Soffia sul mare di Sicilia, tra Taormina e l’Etna, un vento che ha il profumo di un dolce racconto, di parole sussurrate da un mare ricco e misterioso che arrivano da lontano e che affondano le radici nel settecento italiano, quando fu costruita questa grande dimora sul mare, un castello sovrano e guardiano di meravigliosi angoli di costa della Sicilia orientale.

Veduta dell’Etna dai torrioni del castello – La spiaggia antistante il castello

È a Calatabiano che tutto prende forma, lo spazio in cui si manifesta la particolare suggestività del Castello San Marco, un maniero circondato da un rigoglioso parco a pochi passi dal mare, un angolo di paradiso che sembra racchiudere la forza vitale di una terra che non smette mai di stupire chi la guarda.

Il Castello San Marco Charming Hotel & SPA è una struttura che in ogni suo angolo trasuda immagini di storia vissuta, un luogo in cui poter trascorrere momenti di puro relax in ogni stagione, un angolo di ospitalità cortese e raffinata che sa incantare ogni suo ospite, un luogo speciale in cui svolgere eventi unici ed irripetibili, un castello in cui poter trovare sogni di felicità.

La sua costruzione si documenta alla fine del 1600, quando Ignazio Sebastiano Gravina Cruyllas, Principe di Palagonia, al quale è appartenuto anche il celebre “Palazzo dei Mostri” di Bagheria,  procedendo nell’opera di riorganizzazione dell’economia del feudo e delle sue infrastrutture, intraprende la costruzione di un fondaco e di una nuova residenza nella spiaggia di Calatabiano, nel luogo preciso in cui esiste una sorgente d’acqua dalla quale deriva la denominazione data all’intera contrada: “Acquicella”.

Ingresso al grande giardino del castello – Piscina interna al giardino

Questa residenza – con  i fabbricati annessi – è da vedere non come un  centro agricolo dell’antichità,  ma come un  importante snodo commerciale che comprendeva un vastissimo entroterra produttivo. Oggi, l’elegante Magione e i suoi annessi sono il segno più imponente e tangibile di quel passato che fu glorioso, restituendo un Castello che è come uno scrigno, all’interno del quale si scoprono, a ogni passo, ambienti da favola che sanno riempire gli occhi dei suoi ospiti. Imponenti torri e scaloni barocchi, giardini dalla vegetazione mediterranea e tropicale, un meraviglioso mosaico di terrazzi, antiche macine, una deliziosa cappella privata ed ancora cortili, piscine e la vicina spiaggia privata, tutto nel suo insieme regala quell’incanto che il cuore umano sa apprezzare e rendere manifesto.

Gli ospiti trovano nel castello il loro angolo di charme, avendo a disposizione trenta suite, ciascuna delle quali arredata con minuzia di particolari, in cui a prevalere sono i colori chiari e lucenti delle terre sul mare, ognuna dotata di un proprio giardino privano intimo e riservato. All’interno ampi saloni delle feste, archi in pietra lavica, meravigliosi camini, lampadari lucenti: tutti dettagli che testimoniano una nobiltà ricca e sfarzosa che aveva  il privilegio di sognare a pochi passi dal mare. Fiore all’occhiello del Castello è  il ristorante “à la carte” Mastri Flavetta che offre una cucina dagli ingredienti selezionati che parlano dei sapori della Sicilia utilizzando prodotti coltivati in maniera naturale direttamente nella tenuta privata. La carta dei vini conta più di 150 etichette prevalentemente isolane – ma anche nazionali ed internazionali – che possono anche essere degustate all’interno di un’antica vineria oggi trasformata in accogliente e confortevole salotto.

Angoli interni del castello – L’area della cantina con le antiche macine

Il salone Principe di Palagonia – di 250 mq e una capacità di circa 180 posti a sedere – e il salone Cruyllas, oltre alla grande Orangerie che può ospitare più di 300 persone, restano i luoghi ideali per sfilate di moda, grandi eventi e convetions, luoghi che raccontano di una sofisticata eleganza mai tramontata, illuminata dalle soffuse luci, calde e mai invadenti, che entrano all’interno della struttura, un’area dai toni morbidi e distensivi come il servizio al suo interno.

Grandi  aree, sia all’aperto che all’interno, sono utilizzabili per esposizioni temporanee, perfettamente incorniciate dal contorno architettonico e naturalistico esclusivo in cui gli ospiti possono deliziarsi. Resta semplice organizzare spettacoli, seminari, visite guidate ed escursioni. Tutto, dall’Etna a Taormina, è a pochi chilometri: dalle gole alle cascate di Alcantara, dai mosaici di Piazza Armerina, al borgo medioevale panoramico di Forza d’Agrò, fino alle architetture barocche di Acireale, oltre a Siracusa, Noto, Caltagirone; tutte mete  poste nei pressi del Castello di San Marco, luoghi di straordinaria bellezza che possono raccontare della Magnia Grecia e delle sue vicende nel tempo.

Junior Suite – Spa Aquae Leonis

Ma il Castello San Marco è anche uno splendido angolo con SPA – Spa Aquae Leonis – circondata dal verde del parco, uno spazio in cui tutto è volto al raggiungimento del puro rilassamento del corpo e dello spirito, dove le sapienti mani di esperti sanno guidare i visitatori in percorsi di trattamenti estetici e rigenerativi che sapranno far apprezzare il giusto valore di questa dimora che sembra muoversi al ritmo lento delle dolci acque che baciano le sue spiagge.

È lo stesso direttore Daniele Murabito ad esprimere inorgoglito pareri sulla sua incantevole dimora: “…con giusto rispetto, credo che il Principe Ignazio non avrebbe mai immaginato il suo Castello come meta di tanti viaggiatori provenienti da ogni parte del mondo ma, dopotutto, sono certo che essi sarebbero stati accolti con la stessa ‘proverbiale’ ospitalità, allora come oggi…”

Il Castello San Marco in Sicilia, una sicura meta che non può mancare in nessun itinerario di viaggio.