Una tappa che non può assolutamente mancare se volete vivervi a pieno la Design Week di Milano è la Triennale, situata in Via Alemagna 6. Dal 1923 La Triennale di Milano è un’istituzione culturale che produce mostre ed eventi di arte, design, architettura, moda, cinema, comunicazione e società. In questa settimana del Design sono stati presentati stand estremamente suggestivi ed interessanti di designer provenienti da tutto il mondo.

Il primo spazio che troviamo è dedicato al designer Lee Kwangho con le sue creazioni della serie “Ossessione” di cui custodisce gelosamente tutti i bozzetti ed il materiale utilizzato da ormai dieci anni. Le tecniche di annodamento utilizzate dal brillante artista sono tecniche particolarissime ed apprese nel tempo, e la filosofia di Lee è quella di mantenere un equilibrio creativo e condividerlo con altri artisti che ne possano cogliere la magia.

Andando avanti per il nostro percorso, incontriamo uno spazio interamente dedicato all’artigianato coreano. In questa sezione gli artisti sperimentano nell’uso di materiali, provando a creare un nuovo linguaggio creativo che metta in comunicazione passato  futuro e che ci racconti l’evoluzione del design.

Proseguendo, troviamo la mostra dal titolo “Brilliant! I futuri del gioiello contemporaneo”.

I gioielli selezionati sono emblematici dei futuri scenari del gioiello italiano, definiti da Manifattura Mirabile, Bellezza Quotidiana, Avant Craft, Tecnologie Preziose e Creatività Collettiva. Protagonista è il collier, il gioiello più rappresentativo dell’arte orafa italiana.

La mostra vuole evidenziare tanto la vocazione manifatturiera quanto l’innovazione tecnologica nella produzione orafa italiana contemporanea. Emerge la voglia di sperimentare nello studio di nuovi modelli e nuove forme inerenti all’artigianalità orafa.

Dirigendosi al piano superiore della Triennale, troviamo lo spazio dedicato a B&B Italia, azienda fondata da Ambrogio Busnelli nel 1966 e leader nel settore dell’arredamento di design a livello internazionale.

L’installazione presente alla Triennale concepita da Migliore+Servetto Architects è una celebrazione dei 50 anni dell’azienda che come caratteristica fondamentale ha la qualità sia fisica del prodotto che concettuale. Nello spazio sono presenti otto gabbie verticali ed in movimento che simboleggiano il cervello pulsante dell’azienda, le cui sinapsi circondano il visitatore avvolto da questi nastri e suggestioni luminose che raccontano otto diverse tematiche dell’azienda. Sulle pareti laterali, infine, sono proiettate delle microstorie con immagini di prodotti, di persone che hanno collaborato con l’azienda ed immagini grafiche.

Per finire, troviamo “Subtle: La carta, percezioni in un mondo risvegliato” presentata da Takeo and Co, azienda che produce carta speciale e determinata a costruire una nuova cultura basata sulla carta. Fondata nel 1899, hanno collaborato con numerosissimi designer creando dei prodotti estremamente originali  con lo scopo di creare un nuovo mercato raffinato e diverso partendo dalla carta.

La mostra è divisa in due parti, una parte racconta il mondo Subtle attraverso oggetti immaginati dai creativi che hanno collaborato al progetto, l’altra invece è un allestimento di elementi già sperimentati dall’azienda. Sono presenti 15 creativi, veri e propri talenti multiformi legati dalla passione per la carta e con ognuno un proprio punto di vista creativo. Una mostra che ha come scopo quello di collegare gli esseri umani ed il mondo della carta.

La Triennale durante la settimana del Design è sempre una piacevole scoperta, non può proprio mancare se vogliamo assaporare a pieno l’essenza di questa settimana affascinante ed esclusiva a Milano.

Credits: www.triennale.org