Uno degli itinerari più interessanti e suggestivi che vi consiglio, per una vacanza all’insegna della cultura e della ricerca della bellezza, è indubbiamente il percorso di scoperta e conoscenza di una delle parti più belle della Sicilia, la Sicilia orientale. In questo scenario l’Etna rappresenta una delle più belle attrattive. Patrimonio dell’UNESCO, il più grande vulcano attivo d’Europa è anche una delle zone più importanti per la produzione di vini pregiati grazie alla presenza di numerosi ed opulenti vigneti . Ai piedi dell’Etna sorge maestosa la città di Catania con le sue meravigliose attrattive dal mercato del pesce allo splendido e sontuoso Duomo, il giro continua con la visita di Piazza Armerina, la cui villa del casale con i suoi monaci può essere a ragion veduta definita una delle meraviglie del mondo, e con Siracusa la cui parta antica, denominata Ortigia, rappresenta uno dei più bei e suggestivi capolavori dell’arte architettonica universale.

Dopo aver visitato il caratteristico e pittoresco Borgo Marinaro di Marzamemi, dove è d’obbligo immergersi nella riserva naturale orientata “Oasi Faunistica di Vendicari” ci dirigiamo verso Noto dove regna sovrano il più bel barocco del mondo. Da segnalare il “caffè Sicilia” che è stato indicato dal Times come uno dei più importanti ed esclusivi bar d’Italia. In questo scenario fantastico si erige maestoso “Monaci delle Terre Nere”…

Monaci delle terre nere è stato realizzato secondo le caratteristiche di un elegante e sofisticato boutique hotel immerso in una splendida tenuta siciliana alle pendici dell’imperioso Monte Etna. La casa nobiliare risale al 1800 e per bellezza ed imponenza risulta annoverata tra gli edifici d’importanza storica. Il sofisticato Relais si compone di 19 camere dislocate tra il sontuoso corpo centrale e le esclusive suite diffuse, all’interno delle quali le origini e le tradizioni nobiliari della tenuta si fondono con il design più moderno. La storica dimora si colloca in una splendida tenuta biologica, circondata da sedici ettari di uliveti, profumati agrumeti ed opulenti vigneti, “con frutti ed ortaggi che compongono la cucina genuina e di qualità del suo ristorante“.

In questo contesto surreale le suite diffuse sono edifici indipendenti, dei luoghi magici dove poter assaporare la calma ed il silenzio dei Monaci.

Durante le opere di restauro sono stati rigorosamente applicati i principi della Bio-architettura cosicché una parte dell’energia è stata sapientemente recuperata dalle fonti rinnovabili. Uno spazio senza tempo, un rifugio segreto dove “da un lato il sole brilla sul mare, dall’altro il Monte Etna è assopito“. In questa irreale oasi di pace, la piscina a sfioro, circondata da agrumi ed ulivi, guarda beata verso il Mediterraneo ricco di colori brillanti e profumazioni intense.

Un giorno, nel 2007, per caso arrivai in questo luogo, me ne innamorai e decisi di dedicare la mia vita alla sua resurrezione. Riportare questo posto, precedentemente scelto dai Monaci dell’ordine di Sant’Anna per la sua energia e le straordinarie caratteristiche, alla vita.

Credits: www.monacidelleterrenere.it