Quest’anno Pitti Immagine Uomo giunge alla novantesima edizione del salone, tappa fondamentale dell’evento, rinomato e riconosciuto a livello mondiale che ci fa scoprire, ogni anno, le nuove tendenze nel campo della moda contemporanea. La prima edizione di Pitti Uomo risale al 1972 presso l’hotel Villa Medici di Firenze. L’evento vantava la presenza di quarantatré aziende espositrici e più di cinquecento acquirenti. Quest’anno Pitti Uomo 90, che si terrà presso la Fortezza da Basso, ospiterà 1200 collezioni che arriveranno da tutto il mondo, stimati più di 20.000 compratori, 8.200 dei quali derivanti dall’estero.

Durante la giornata di Lunedì 13 Giugno, verrà presentata la serata di pre-apertura presso Palazzo Pitti, una serata speciale del “Centro Firenze per la moda italiana” e prevederà un gala dinner, un gioioso momento di spettacolo ed un invito al Classico Italia.

Pitti Uomo presenta, inoltre, nella giornata di Giovedì 16, “Florence Calling: Raf Simons“, evento che celebra uno dei capostipiti della moda contemporanea, e lo stesso Raf Simons presenterà durante la suggestiva giornata, la sua collezione PE 2017 ed un esclusivo progetto interamente realizzato esclusivamente per Pitti Uomo 90.

Gosha Rubchinskiy ed il suo design russo verrà presentato al Pitti Uomo 90, invece, nella giornata di Mercoledì 15. Lo straordinario designer russo esegue un perfetto connubio tra stile contemporaneo e giovanile della Russia post sovietica ad uno stile sportswear influenzato dallo star system presenti nel cinema dei giorni nostri. Presenterà durante l’incontro, oltre alla sua collezione primavera estate, un progetto fotografico esclusivo.

Non mancherà l’incontro con Fausto Puglisi, stilista siciliano famoso in tutto il mondo. Esegue nelle sue creazioni un contrasto tra le tradizioni italiane e le sfaccettature estere, sopratutto grazie all’influenza americana. A Pitti Uomo presenterà in anteprima mondiale una capsule di moda uomo, mentre per quanto riguarda il Designer Project di questa edizione è VISVIM. Presentate le collezioni di Hiroki Nakamura, fondatore del brand, che eseguono prodotti estremamente eclettici workwear impreziositi da un design high-tech. Verrà proposta, nella giornata di giovedì 16, per la prima volta in assoluto, una collezione intera del marchio Visvim, che sarà presente anche tramite un’esclusiva installazione.

Il personaggio che indicherà il “Pitti Italics” di quest’anno è Lucio Vanotti, bergamasco ed uno dei finalisti del “Who is on Next? Uomo.” Ha esortito nel 2016 quando l’immenso Giorgio Armani lo sceglie per sfilare presso il Teatro di via Bergognone e che regala nelle sue collezioni uno stile raffinato ed essenziale.

L’evento “Pitti Italics” sarà presso Pitti Filati 79 e presenterà la sfilata di Sansovino 6, un connubio tra Pitti Uomo e Pitti Filati, tra moda e ricerca. Sansovino 6 sarà il brand  protagonista dell’evento, fondato da Edward Buchanan, designer americano ed uno dei talenti più apprezzati per quanto riguarda la maglieria e la moda donna.

Abbiamo ricordato l’evento “Who is on next? Uomo” citando Vanotti, e quest’anno l’iniziativa arriva all’ottava edizione. Il concorso che ha come scopo quello di ricercare nuovi talenti nella moda maschile, è supportato da Pitti Immagine Uomo, Altaroma, Uomo Vogue e realizzato da Fondzione Pitti Immagine Discovery.

Tramite il “Secret Florence” verrà messo in atto un programma che guarda al contemporeo, ricco di programmi e di eventi promossi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze che garantiscono interessantissimi eventi curati dalle più rinomate istituzioni provenienti appunto dal mondo contemporaneo.

Credits: www.pittimmagine.com