Veronese, celebre maison francese di design, ha da poco inaugurato una nuova sede nel quartiere parigino Arts-et-Métiers con la quale scriverà un’ulteriore pagina di successo nella sua storia.

Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese
Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese

Un’oasi urbana che raccoglie uno showroom, un atelier e una sala di progettazione nonché uffici creando un ambiente accogliente e vibrante.
Ci sarà spazio anche per esposizioni temporanee che permetteranno di mostrare le collaborazioni creative più interessanti tra Veronese e talenti internazionali.
Reda Amalou, architetto dello studio d’interni parigino AW2, ha guidato la progettazione della nuova sede. Lo showroom è un loft spazioso e luminoso che ospita molteplici comfort domestici e quotidiani; voluto così appositamente, è un ambiente funzionale in cui trovare ispirazione sentendosi al tempo stesso a casa.

Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese
Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese

Il livello inferiore ospita l’atelier di Veronese: un ampio spazio che facilita il lavoro di squadra in cui i progetti sono ideati e assemblati.
Sullo stesso piano è presente anche uno studio fotografico che ora consentirà alla maison di realizzare internamente i set fotografici necessari.
Lo spazio in Rue Saint Martin è stato completamente trasformato abbinando il pavimento in parquet originale alle eleganti pareti nere. Il nero è bilanciato dalla luce che inonda la stanza grazie alle ampie vetrate che corrono lungo tutto il perimetro.
La luce impreziosisce le opere in vetro di Murano dando vita a questo spazio.

Ispirazione e creatività in un ambiente domestico

Gli interni della sede appena inaugurata sono suddivisi su imitazione delle stanze di una tradizionale casa. Si comincia da una grande cucina, aperta e costruita intorno ad un bancone ad isola: qui hanno luogo le conferenze dell’azienda poiché, come ha spiegato Ruben Jochimek, direttore creativo di Veronese, la cucina è il luogo più vissuto delle nostre case.

Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese
Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese

Un grande tavolo in legno riciclato progettato dal designer olandese Piet Hein Eek domina questo spazio aperto.
Spostandosi nel salotto si notano icone della produzione Veronese tra cui il paralume disegnato da Isabelle Stanislas e la collezione di lampade Past & Future.
Le pareti sono decorate con appliques di designer tra i quali Reda Amalou, Tristan Auer e Patrick Naggar.
Come in ogni abitazione che si rispetti, non può mancare la sala da pranzo: qui in veste contemporanea, dal design firmato Matiere Grise e Patrick Naggar.
All’estremità opposta dello showroom, in un’altra sala, spicca il nuovo lampadario Sophia, in pieno stile francese anni Quaranta.

Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese
Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese

Vetro di Murano e design contemporaneo

In oltre ottant’anni di conoscenza del vetro di Murano, Veronese ha raggiunto un ampio numero di collaborazioni nel settore design e arti decorative.
Dopo quasi un secolo, continua a perseguire quella strada che ha condotto al successo, con la fusione tra la tradizione muranese e il design francese.
Se da un lato la maison ha fornito ai maestri di Murano le competenze nel design, dall’altro ha ricevuto la solidità di conoscenze secolari da cui poter attingere per creazioni innovative. Non manca un’ampia dose di sperimentazione di tecniche e materiali in uno scambio continuo.

Da Parigi all’Isola veneziana di Murano

Il processo creativo inizia e si conclude presso la sede parigina, dove vengono elaborati i disegni e assemblati i prodotti finali; il vetro, invece, viene lavorato, allungato e soffiato direttamente sull’isola di Murano. Questo ha permesso uno scambio reciproco e una crescita della conoscenza del materiale grazie al contatto con i maestri artigiani.
Ogni artigiano con cui Veronese collabora applica al prodotto la tecnica in cui è più esperto. Quasi sempre tutta la complessità della lavorazione del vetro rimane nascosta ai nostri occhi. La sfida più grande è identificare quale sia la tecnica necessaria per completare e rendere unico un disegno per poi individuare le mani più esperte che lo trasformeranno in realtà.

Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese
Showroom Veronese in Rue Saint Martin – Photo Credit: Veronese

Veronese guarda al futuro

Cambiamenti e novità non riguardano esclusivamente la nuova location parigina. Veronese guarda già al futuro, verso nuove collezioni e progetti.
L’approccio estremamente contemporaneo del brand parigino nei confronti del vetro di Murano ha attirato l’attenzione del designer Luca Nichetto, originario dell’isola veneziana.

La sua scelta di collaborare con Veronese si lega alla volontà di proiettare il suo know-how locale verso il futuro. Il 2020 sarà l’anno di Samuel Accocebery, Isabelle Stanislas e Dan Yeffet, con nuovi progetti a dimostrazione di come Veronese possa collocarsi in posizione predominante nel mercato francese di arredi di alto livello, e non solo.