Skira Editore presenta Raffaello. Il giovane favoloso di Costantino D’Orazio. Il nuovo volume indaga la vita del pittore osservata e filtrata dai personaggi ritratti nei suoi preziosi dipinti. Attraverso la voce di amici e compagni di strada viene messo in luce il lato più privato e profondo della sua spiccata personalità. Un coro a più voci, per avere una visione completa sul grande Raffaello.

Raffaello. Il giovane favoloso

Dopo il Medioevo c’è sempre un Rinascimento. E così è stato. La pittura di Raffaello, massimo esponente dell’arte Rinascimentale, e grande artista di ogni tempo, continua, anche dopo cinquecento anni, a stupire per il suo eccezionale talento. Basta sfogliare le pagine del volume Raffaello. Il giovane favoloso, edito da Skira Editore, per riscoprire immagini meravigliose, vivide, mai sbiadite dal tempo. In ogni opera una nuova personalità inscritta nella storia. Donne sensuali, personaggi illustri caratterizzati da un ruolo e da una propria presenza scenica. In ogni tela è racchiusa tutta l’incertezza e le emozioni custodite nell’anima dei suoi modelli

Agnolo Doni, 1506 circa, Firenze, Gallerie degli Uffizi
Agnolo Doni, 1506 circa, Firenze, Gallerie degli Uffizi

Politica e pittura. Connubio imprescindibile

La politica nella pittura di Raffaello costituisce un connubio imprescindibile. Ogni dipinto, olio o affresco, che sia, risponde ad una strategia precisa che mira ad aumentare il suo prestigio e la sua influenza nel mondo della cultura, nel mercato dell’arte e nelle questioni di potere, in qualsiasi città si trovi a lavorare. Non solo semplici prove di abilità di disegno e pittura, ma vero e proprio strumento di relazione. Sanzio è in grado di rappresentare punti di forza e debolezza per ciascun modello, come le stesse parole di Tommaso Inghirami, intellettuale umanista, detto Fedra, lo confermano “Prima del ritratto di Raffaello, non avevo mai acconsentito a mettermi in posa davanti a un pittore. Forse per i miei difetti fisici[…]. Ma lui, gentile e affabile com’era, ha saputo mettermi a mio agio e m’ha convinto. Grazie alle abilità straordinarie, di trasformare il linguaggio pittorico in arte, Raffaello ebbe una formidabile carriera.

Maddalena Strozzi, 1506 circa, Firenze, Gallerie degli Uffizi
Maddalena Strozzi, 1506 circa, Firenze, Gallerie degli Uffizi, immagine presente nel volume edito da Skira Editore

Ritratti aspirazionali

Dietro ad ogni ritratto del Sanzio c’è una storia che non riguarda soltanto la vita e le esperienze dei personaggi dipinti, ma le loro aspirazioni più profonde. Raffaello, in un solo battito di ciglia, riusciva a cattura i dettagli più intimi dell’anima del soggetto raffigurato. Un’analisi concreta, e semplice al contempo, trasforma la tecnica di Raffaello in qualcosa di unico e personale. Ogni ritratto è un passo avanti nella sua favolosa carriera, e si lascia guidare dalla spiccata sensibilità del pittore.

Giovane uomo, 1503-1504, Budapest, Szépmu˝vészeti Múzeum
Giovane uomo, 1503-1504, Budapest, Szépmu˝vészeti Múzeum

Raffaello, pittore ambizioso

L’abilità di Raffaello nel tessere relazioni con i propri committenti è impressionante. Sin da giovane età, questo ragazzo, figlio dell’illustre Giovanni Santi, frequenta le corti più prestigiose muovendosi con grande disinvoltura, acquisendo consensi intorno a lui e fascino. In assenza di documenti che possano dare informazioni certe sui rapporti tra l’artista e la maggior parte dei suoi clienti, i dipinti che oggi possediamo costituiscono uno strumento utile per comprendere la personalità del Sanzio e analizzarne il suo metodo di lavoro. Non è facile sapere qualcosa in più intorno al pittore. Questa è la grande sfida che l’autore del volume di Skira Edizioni, Costantino D’Orazio, ha cercato di delineare attraverso i pochi documenti scritti e tuttora esistenti e le opere realizzate dall’artista.

Come un sigillo, l’unicità di Raffaello costituisce un tassello fondamentale nella storia dell’arte di cui ancora oggi non possiamo farne a meno.

In copertina: Autoritratto con un amico 1518-1520 Parigi, Musée du Louvre

Potrebbe interessarti anche l’articolo sulla mostra Caravaggio organizzata nell’Ottobre 2018 da Mondo Mostre di Skira Milano.