Sul Lago di Como in un’atmosfera da sogno, dal 24 al 26 maggio si è tenuta l’edizione 2019 del Concorso d’Eleganza Villa d’Este, un appuntamento annuale imperdibile per gli amanti dell’automobilismo d’epoca e non solo.

Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este è, insieme alla 1000Miglia, l’evento italiano più importante per l’heritage automobilistico internazionale. Almeno una volta nella vita, durante il terzo weekend del mese di maggio, tutti dovrebbero raggiungere il Comune di Cernobbio sul Lago di Como, e passare qualche ora tra Villa d’Este e Villa Erba per assaporare l’atmosfera d’altri tempi che questa affascinante manifestazione è in grado di sprigionare.
L’edizione 2019 si è conclusa pochi giorni fa e ha visto la proclamazione dell’Alfa Romeo 8C 2900B come “Best of Show”. Composta da 8 classi con la presenza di quasi 50 Veicoli d’Epoca costruiti tra gli anni Venti e gli anni Ottanta che hanno rappresentato l’intera storia dell’auto, la manifestazione per la nona volta ha visto il Concorso di Motociclette come parte integrante dell’evento e ha portato al debutto mondiale il “Trofeo BMW Group”.

L’Alfa Romeo 8C 2900B
L’Alfa Romeo 8C 2900B, vincitrice del Best of Show

Una storia lunga 90 anni

Da vent’anni il Gruppo tedesco rappresenta un punto di riferimento per il Concorso d’Eleganza comense e dal 2005 la Casa di Monaco affianca il Grand Hotel Villa d’Este come co-organizzatore. Ecco allora che il fil rouge che ha caratterizzato l’appuntamento di quest’anno “The Symphony of Engines – 90 Years of the Concorso d’Eleganza Villa d’Este & BMW Automobiles” è stato l’occasione per festeggiare due importanti anniversari: i 90 anni di Concorso d’Eleganza Villa d’Este e i 90 anni di produzione d’auto BMW. Nel 1929 infatti il Grand Hotel Villa d’Este ospitò la prima edizione del concorso per nuovi veicoli esclusivi, che diede poi vita al Concorso per veicoli d’epoca. Al contempo in Germania 9 decenni fa, il marchio BMW, già noto per la produzione di aeroplani e motociclette, presentò la BMW 3/15 PS DA2 ovvero la sua prima automobile di serie.

Le auto al Concorso d'Eleganza Villa D'Este 2019
Le auto al Concorso d’Eleganza Villa D’Este 2019

Protagoniste uniche a due e quattro ruote

Ad aggiudicarsi il Premio “Best of Show” conferito dalla Giuria nella categoria delle due ruote è stata la Koehler-Escoffier del 1929, una 2 cilindri da 980 cc, di proprietà del francese Dominique Buisson; il primo posto del Trofeo Villa Erba assegnato dal referendum pubblico è andato invece alla BMW R 68 che è stata la prima BMW della storia capace di toccare una velocità massima di 160 km/h. Tra le vetture premiate durante questa tre giorni intensa e imperdibile, anche la Lancia Astura Serie IV, vincitrice del Trofeo BMW Group Italia e la Lamborghini Marzal, vincitrice del Trofeo BMW Group Ragazzi.

Koehler-Escoffier, Best f Show nella Categoria delle Motociclette
Lancia Astura Serie IV, vincitrice del Trofeo BMW Group Italia
Lamborghini Marzal, vincitrice del Trofeo BMW Group Ragazzi

Alfa Romeo 8C 2900B, la vera regina del Concorso d’Eleganza

I principali flash dei fotografi e gli applausi principali sono andati però all’Alfa Romeo 8C 2900B che, oltre ad aver vinto la Coppa d’Oro Villa d’Este assegnata per referendum dal pubblico, ha conquistato anche la Giuria che l’ha eletta “Best of Show” del Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2019. L’affascinante berlinetta Alfa Romeo carrozzata Touring del 1937 appartiene al collezionista statunitense David Sydorick che, durante la cerimonia di premiazione, ha ricevuto anche un esemplare unico del Lange 1 Time Zone “Como Edition”, segnatempo esclusivo non in vendita, riservato solo al vincitore della categoria “Best of Show”. Dal 2012 infatti, la nota Casa orologiera A. Lange & Söhne è sponsor del Concorso d’Eleganza Villa d’Este.

Lange Wilhelm Schmid, CEO di A. Lange & Söhne
Lange Wilhelm Schmid, CEO di A. Lange & Söhne, con il proprietario dell’Alfa Romeo 8C 2900B David Sydorick la consorte Ginny.