“Twinkle, Twinkle, Little Star, how I wonder what you are”

A San Silvestro, la notte più lunga dell’anno, la parola d’ordine è brillare! Cristalli, paillettes e perline ci fanno risplendere e sognare ad occhi aperti. Nella nostra gallery abbiamo selezionato alcuni dei look più shining di questa stagione.

Dopo aver trascorso con parenti e amici i ricchi pranzi e cene di Natale, non resta che salutare il 2016 e accogliere il nuovo anno ormai alle porte con un cocktail esplosivo fatto di cristalli e diamanti, per farci sentire speciali per una notte. E allora via libera alle nuance preziose come oro, bronzo argento e lamè per abbagliare e catturare l’attenzione di tutti.

Gli abiti Haute Couture di Francesco Scognamiglio potrebbero fare invidia a quelli indossati dalla dolce Daisy durante i grandiosi party visti nel film Il grande Gatsby, capolavoro di Fitzgerald. Regali, romantici opulenti e sexy.

Interamente ricoperti da un tappeto di cristalli. Lunghe tuniche di organza see-through si adornano di fili dorati ricamati, arricchite da piume ornamentali.

Abiti a sottoveste con profonde scollature sono interamente ricoperti di paillette silver scivolando sul corpo come una seconda pelle, accentuandone le forme e regalando un’allure di delicata eleganza che non può passare inosservata.

Le notti d’Oriente riecheggiano sugli abiti dello stilista libanese Zuhair Murad, dove si respira magia, ed esotismo.

Delicate creazioni che enfatizzano la femminilità. Impreziositi da ricami e applicazioni di cristalli.

Giochi di trasparenze, tessuti velati e leggeri pizzi. Le paillette dorate seguono le linee del corpo e disegnano motivi appartenenti al mondo della natura: tralci, uccelli e foglie. Come gemme splendenti e abbaglianti sono capaci di evocare mistero e sensualità.
Perfezione, eleganza e savoir faire. Questi capolavori d’alta sartoria “hand made” sono sogni diventati realtà. Borsette scrigno portate a mano, tiare disposte tra i capelli completano il look.

Degni di nota, gli abiti scultura di Iris Van Herpen. La designer olandese esplora un concetto nuovo di moda impiegando materiali innovativi. Come gocce di rugiada, piccole sfere in vetro soffiato si poggiano sul corpo dando vita a una vera e propria opera d’arte. Più di 200 le boule in vetro utilizzate per realizzare l’abito a ballerina.

Questo tutù sormontato da un corpetto, e dalla fragilità dei cristalli, è un capolavoro d’alta sartoria che non passa inosservato.

Una pioggia di cristalli per Elie Saab. Gli abiti couture sembrano pensati per regine delle nevi.

Creazioni da togliere il fiato: in caldo e morbido velluto o delicate poesie di chiffon. Realizzate nelle tonalità fredde come il blu, l’argento e l’oro, sono tempestate di luminosi cristalli e paillettes che risplendono di luce propria. Come fuochi d’artificio, questi sontuosi abiti da sera illuminano la notte e abbracciano il nuovo anno che verrà.