Le declinazioni della relazione Arte e Moda che riguardano in particolare la fotografia e il cinema testimoniano l’estetizzazione della soggettività del nostro tempo.

Balenciaga Loop by Max Guther
Balenciaga Loop by Max Guther

I musei del calibro della National Portrait Gallery di Londra e il Fashion Film Festival Milano fondato e diretto da Costanza Cavalli Etro, arrivata alla sesta edizione, riconoscono nella fotografia di moda o nel fashion film la qualità e il valore di un’opera d’arte, che testimonia l’estetizzazione della soggettività del nostro tempo partendo dai temi come l’educazione alla sostenibilità, il sostegno del talento femminile, il supporto all’inclusività e alla diversità

Runaway Baby By Lola Bessis For Chloe
Runaway Baby By Lola Bessis For Chloe

Fashion Movie esprime la moda come arte

Nella foto di moda l’essere umano esprime una corporeità d’anima vivida di emozioni, una nostalgia di stati d’animo unici e speciali, quindi una esaltazione della soggettività nel suo valore assoluto.

Oggi il fashion-photo o fashion-movie nell’esprimere la moda e presentare la moda, diventa anche la principale forma di espressione visiva della figura umana, nei suoi aspetti esteriori ed interiori.

I Fashion Movie sono nati perché viviamo nell’era digitale. Tutto è coinvolto da questo cambiamento. Le nostre vite vengono condivise e apprezzate sui social– dichiara Costanza Cavalli Etro- I Fashion Movie sono lo strumento perfetto per diffondere i messaggi delle nuove generazioni, nella forma dello storytelling in video, ovvero immagini in movimento”.

Perciò la fotografia, come i video hanno un eminente funzione poetica-emotiva attraverso la quale il pubblico coglie idee, mood, tendenze, valori che vanno “oltre la moda”.

PETER LINDBERGH
Peter Lindbergh
“La Bellezza è questione di identita’ “– Peter Lindbergh

Un fotografo come Peter Lindbergh evoca il quieto realismo, l’autenticità simile al reportage, la mancanza di artificialità dovuta per dare elementi come emotività e intimità alle figure; Bill Cunnigham racconta la magia e gli splendori della moda attraverso degli scatti Street, che diventano dei quadri pittorici trascendentali.

Non si tratta di attribuire frettolosi aggettivi estetici e stilistici, ma solo di citare alcuni stili esemplari, per far meglio trasparire l’emozionalità del linguaggio della moda nella fotografia.

Kenzo Memento by Thomas Traum for Kenzo
Kenzo Memento by Thomas Traum for Kenzo

I film sulla moda presenta la moda e fa della moda un’arte

Cogliere l’emozionalità non solo nella moda in sé stessa, ma nel suo modo di rappresentarsi è fondamentale per il ricercatore di tendenze e per il trend maker. I film sulla moda non solo presenta la moda, ma fa moda, nei comportamenti, nel gusto, nei desideri, nelle emozioni.

Così arte e comunicazione, inclusa la parola, anche quando si coniugano nel messaggio pubblicitario o in documentario provocano emozioni che sono a loro volta riportabili al mondo Moda e della Bellezza.

Anything by Wim Wenders for Jil Sander
Anything by Wim Wenders for Jil Sander

La grafica classica e digitale, arte essenziale per la pubblicità e movie, contribuisce ad artisticizzare Moda e Bellezza con la creazione visiva, siti, e magazine. Così anche le arti della performance, della coreografia, della musica, dello spettacolo sono elementi essenziali nella costruzione di un video di moda, ma anche nella messa in scena di un catwalk e di eventi mirati ad attivare glamour e fascinazione.

Claude Montana
Claude Montana

Un esempio in questa direzione spettacolarizzante è la creatività scenica di Claude Montana, considerato uno degli artefici del Rinascimento del Prèt-a-Porter francese. Nato verso la fine degli anni ’70, e uno dei nomi maggiormente influenti nei decenni a seguire, rappresenta un punto di riferimento per designer d’avanguardia come Alexander MCQueen, Riccardo Tisci, Gareth Pugh e Olivier Theyskens.

Moda e Bellezza sono particolarmente stimolanti per la ricerca del cambiamento e delle trasformazioni, anche perché invitano ciascuno individuo a partecipare, a rendersi “artista di sé stesso”. ADV, MOVIE e FASHION sono forme d’arte e comunicazione di massa, capaci di suscitare emozioni individuali, ma anche entusiasticamente collettive.

Allegory of Water by Elena Petitti Di Roreto for Vogue Italia & Yoox
Allegory of Water by Elena Petitti Di Roreto for Vogue Italia & Yooxa

La moda evolve sotto l’impulso di un desiderio e cambia per effetto di una ripulsa. La saturazione porta la moda a buttare alle ortiche quello che fino a poco tempo prima adorava. Poiché la sua ragione profonda è il desiderio di piacere e di attirare, la sua attrattiva non può certo venire dall’uniformità, che è la madre della noia.

Christian Dior

Nel flusso della comunicazione moda si susseguono provocazioni, reazioni, interpretazioni dalle quali nascono e dispariscono le tendenze. I trend maker colgono gli aspetti emozionali nelle tendenze per immaginare e proporre trend intesi come nuove mete creative della società postmoderna. Mete emozionali e impermanenti che, una volta raggiunte e comunicate, e quindi messe in comune, dovranno essere oltrepassate verso nuovi orizzonti.

La moda è emozionante come l’orizzonte, si desidera raggiungerlo per scoprire il mistero della sua perenne irraggiungibilità.

RRR BY Jan & Raf Roosens for RRR Universal
RRR BY Jan & Raf Roosens for RRR Universal