Fashion designer, signora della moda e della cultura, Zhao Huizhou è impegnata a proteggere e promuovere il patrimonio culturale delle minoranze etniche della cultura cinese.

Italia- Cina un dialogo decennale

Il dialogo tra Italia e Cina affonda le sue radici negli anni ’70 quando vi furono i primi scambi tra il nostro Paese e questa nazione dalla cultura millenaria. Un equilibrio perfetto sospeso tra tradizione e modernità, innovazione e qualità. In questo panorama internazionale, nel quale stagione dopo stagione di Milano Fashion Week si inscrivono le abilità artistiche di stilisti cinesi di spicco, troviamo la fashion designer Zhao Huizhou.

Grazie al master conseguito al Politecnico di Milano apprende lo charme della moda italiana e lo mixa con maestria alla bellezza classica orientale e all’eleganza filtrata dall’avanguardia della contemporaneità.

La designer Zhao Huizhou
La fashion designer Zhao Huizhou

Dalla moda alla HUI Foundation

Le collezioni disegnate dalla fashion designer prendono spunto dai codici stilistici asiatici e dai tagli caratterizzati da un rigore e design pulito e minimale. Un’eleganza gentile, mai urlata, che nasce dalla passione della designer per l’arte. La contaminazione con mode, stili e linguaggi diversi trovano effettiva realizzazione nel suo stile personale.

La costante ricerca della stilista nella cultura tradizionale e nell’arte si è tramutata in un museo della cultura e della storia della moda il Centennial Fashion Museum. Grazie alla HUI FOUNDATION, il museo mette in mostra i disegni di costumi d’epoca che vanno dalla dinastia Qing, al ricamo del patrimonio culturale immateriale delle minoranze etniche, al palcoscenico della Repubblica della Cina, all’istituzione della Repubblica popolare cinese, ai tempi di riforma e apertura, e infine all’era moderna.

Un’evoluzione storica della cultura dello stile cinese, che racconta e difende la sua diffusione nel mondo. Guidando i valori estetici delle persone e i concetti di design in Cina e accrescendo la consapevolezza pubblica del patrimonio culturale. Un principio che ritroviamo anche nelle collezioni firmate Hui.

Centennial Fashion Museum
Il Centennial Fashion Museum promosso dalla fashion designer Huizhou

L’ impegno sociale profondo della fashion designer per la tutela del patrimonio

Sin dalla sua fondazione nel 2016, la Fondazione Hui incentiva donazioni e organizza dei tour culturali per gli studenti nell’interland di Guizhou, andando nei villaggi fuori dalle mete turistiche, per entrare in contatto con la gente del luogo e vivere una vera e propria esperienza culturale. L’obiettivo è quello di creare delle relazioni profonde tra gli studenti che si arricchiscono spiritualmente della cultura dei luoghi visitati e gli abitanti di questi villaggi. Grazie a questi aiuti le donne locali hanno la possibilità di continuare a lavorare per non disperdere lo straordinario patrimonio di artigianalità e manualità che le rende uniche.

Hui. Uno sguardo alla Spring Summer 2020

Bianca come il latte, rossa come il sangue. La collezione Spring Summer 2020 firmata HUI è un gioco di contrapposizioni tra cromie forti ed evocative di emozioni come la passione, la purezza e la tradizionalità della cultura cinese. L’innovazione e l’eleganza classica sono i punti cardine su cui la collezione si fonda riportando alla luce decori e motivi risalenti ad antiche dinastie orientali. Preziosi dettagli arricchiscono capi e accessori di tendenza. Il denim acquista personalità attraverso l’utilizzo di ricami in bordure sulle tasche, mentre i polsi sono ricamati dalle infinite sfumature di colori attraverso l’inserimento di soggetti che sono piccoli capolavori di antico, ma al contempo, modernissimo artigianato.

Il colore chiave del mondo cinese, il rosso, viene reinterpretato con l’uso del crêpe satin e firma gli outfit monocromatici laddove bustier iperfemminili scelgono linee pulite e semplici. Anche la presenza di oro, altro colore chiave della cultura orientale risalta i profili di dress e tute in cady e in organza, declinate in candido bianco latte.

L’energia del giallo vibrante si unisce ai verdi lagunari per dare nuova identità ai capospalla dalla silhouette allungata, alle gonne a portafoglio e agli abiti dalla linea ad A ricamati e stampati. I giochi di sovrapposizioni di tessuti nobili come il tulle e lo chiffon, nelle sofisticate tonalità del nude e del nero, giocano con contrasti tra austerità e sensualità.

Hui_SS2020
La collezione Hui_SS2020 disegnata dalla fashion designer