Sfilare nella propria città natale, in uno dei luoghi simbolo di Roma: Piazza del Campidoglio. Così Laura Biagiotti, per la prima volta nei suoi 55 anni di storia ha presentato la nuova collezione primavera estate 2021 segnando l’inizio di un nuovo e ben augurante Rinascimento nel mondo della moda.

Roma. Città simbolo per la Maison Biagiotti

Dopo aver sfilato a porte chiuse nel corso della Milano Fashion Week di febbraio, nei primi giorni di pandemia, la designer romana si lascia guidare senza timore dalla bellezza e lancia un messaggio pieno di speranza e forza per un futuro tutto da ridisegnare. Roma. Città eterna. Simbolo della Maison italiana e città dove mamma Laura ha dato vita a uno dei brand che avrebbero segnato la moda italiana e il Made in Italy. Un legame forte, quasi indissolubile quello che lega il brand con il territorio. Un gioco di rimandi tra etica e estetica, che ricorda quello delle grandi famiglie rinascimentali. Un amore grande raccontato anche dall’iconica fragranza Roma di Laura Biagiotti, amata oggi da milioni di donne e uomini in tutto il mondo.

Laura Biagiotti_SS21
Laura Biagiotti_SS21

Rinascimento senza fine

Eccellenza, ricerca e amore per ciò che si crea. Valori nei quali il Gruppo Biagiotti non smette di credere, ma che al contrario, porta avanti in chiave contemporanea. Il Campidoglio, cuore della romanità fa da palcoscenico alla sfilata. Una scenografia unica al mondo per bellezza e significati. Il gruppo Biagiotti ha, infatti, restaurato la Scala Cordonata del Campidoglio disegnata da Michelangelo e i Due Dioscuri che la custodiscono. Rinascimento senza fine.

La Collezione primavera/estate 2020

La primavera di Laura Biagiotti è un desiderio di libertà. Immancabile il bianco Biagiotti. Purezza, candore ed eleganza. La piazza viene inondata di luce e sancisce l’inizio di un nuovo capitolo, tutto da scrivere. Gli abiti sono un inno al colore. Morbidi e plissettati ricordano pepli romani. Centrale il verde, nuance cara alla Maison che evidenzia lla sua anima green e sostenibile. Mandarino, giallo limone, fucsia per poi ritornare a sfumature più classiche e naturali come beige e colori caldi della terra. Il floreale fa da fil rouge a molte uscite. Le lunghezze vengono preferite al corto. Una collezione classica ed elegante ma molto contemporanea, femminile e disinvolta. In chiusura, una sposa contemporanea per celebrare l’amore del brand con la città raccontato dal sublime disegno michelangiolesco di Piazza del Campidoglio impresso sull’abito.

Laura Biagiotti_SS21
Laura Biagiotti_SS21

Moda e danza. Connubio armonico

Un connubio armonico quello che lega la moda con la danza. A salutare il pubblico, l’étoile Eleonora Abbagnato insieme a 5 ballerine del Teatro dell’Opera di Roma. Una coreografia semplice ed elegante, come gli abiti indossati dalle modelle, realizzata apposta per l’occasione sulle note di Ennio Morricone. Un omaggio al Maestro e ai suoi capolavori che hanno accompagnato tutta la sfilata.

Laura Biagiotti_SS21
Laura Biagiotti_SS21

Un Roman Renaissance nel segno della bellezza, della moda, della cultura, della danza e soprattutto dell’amore per Roma.

Cover_Laura Biagiotti_SS21