Tra debutti ed eventi speciali, e anniversari, Pitti Uomo accende i riflettori sulle tendenze della prossima stagione calda.

Non solo rassegna di moda, ma sempre più fashion week grazie al gioco di sponda con Milano. La manifestazione si prepara ad accogliere ospiti del calibro di Craig Green, Paul Surridge per Roberto Cavalli e Fumito Ganryu.

Pitti Uomo 94

Pitti Immagine Uomo è la manifestazione internazionale di riferimento per il menswear ed il lifestyle contemporaneo, un mondo in continua evoluzione, pronto ad anticipare e rappresentare i più nuovi movimenti della moda attraverso una ricchissima gamma di progetti.

La kermesse sarà scandita dal tema di stagione, P.O.P. Pitti Optical Power, con un bombardamento di stimoli grafici e un caleidoscopio di colori e con la nascita di un nuovo spazio, all’ingresso del Padiglione Centrale: un’area bar/relax dove si svolgeranno anche alcuni degli eventi in programma.

Fra gli higlights di questa edizione di Pitti Uomo si segnala: il designer londinese Craig Green presenterà a Firenze la sua collezione S/S 2019 attraverso una sfilata esclusiva, giovedì 14 giugno. Nelle sue collezioni emergono molti dei fattori critici di successo per chi fa moda oggi e in particolare la capacità di innovare in modo anche radicale i codici del menswear, senza perdere mai di vista le dinamiche del mercato. Uno stile, il suo, che mixa influenze del workwear e volumi futuristici, silhouette scultoree e aspetti funzionali.

Pitti Uomo 94 - Craig Green
Craig Green ph Jack Davison
Pitti Uomo 94 - Paul Surridge
Paul Surridge

Tanta anche l’attesa per il Gruppo Roberto Cavalli che sceglie Pitti Uomo come piattaforma per il lancio worldwide del suo nuovo progetto di moda maschile, con un evento speciale – mercoledì 13 giugno – realizzato nello stile distintivo della maison e dedicato al suo nuovo corso. Azienda dal respiro internazionale, tra le più importanti del lusso italiano nel mondo, Roberto Cavalli torna a sfilare nella sua città di origine, per l’anteprima ufficiale della collezione maschile firmata da Paul Surridge, nuovo direttore creativo di tutte le linee del gruppo.

Tra gli special event spicca Fumito Ganryu è Designer Project – il  fashion designer giapponese – dopo l’esperienza nel gruppo Comme des Garçons – presenterà in occasione di Pitti Uomo la sua etichetta indipendente. Lo stilista svelerà, nel corso di un evento esclusivo la pura essenza del suo stile: una nuova filosofia di modern & conceptual casual wear firmata FUMITO GANRYU.

Pitti-Uomo-94-Fumito-Ganryu
Fumito Ganryu
Pitti Uomo 94 | Georgia: Gola Damian, Vaska, Tatuna Nikolaishvili
Georgia: Gola Damian, Vaska, Tatuna Nikolaishvili

A sorpresa anche i nomi emergenti della scena creativa dalla Georgia grazie alla collaborazione di Fondazione Pitti Immagine Discovery con la MERCEDES BENZ FASHION WEEK TBILISI, piattaforma dinamica che punta i riflettori sulle collezioni dei principali fashion designer del Paese e dell’area circostante. In scena allo Spazio Carra in Fortezza, un progetto realizzato grazie anche al supporto di LEPL Enterprise Georgia l’agenzia che fa capo al Ministero dell’Economia georgiano e che favorisce e promuove lo sviluppo economico del paese. I brand: Aznauri, Anuka Keburia, Gola Damian, Situationist, Tatuna Nikolaishvili, Vaska.

Di scena a questo Pitti Uomo 94 gli anniversari: insieme compiono 110 anni.

Claudio Marenzi presenta alla Stazione Leopolda Library, la biblioteca del passato, presente e futuro del marchio di famiglia Herno che, in 70 anni, ha fatto del gancio il suo simbolo di riferimento. Mentre Lardini ne celebra invece 40 organizzando un evento mattutino in un contesto di fiori e colori.