Coniuga passato e futuro assicurando un’eleganza fuori dal tempo. 

La Pleats Mania è esplosa: drappeggi, pieghe, onde morbide che regalano illusori giochi di luce e movimenti fiabeschi.

Plissè - Giambattista Valli modella con abito bianco preparazione sfilata- img da instagram

Credits: Giambattista Valli Image Courtesy Instagram

Rappresenta l’arte sartoriale più pura, quella classica che rimanda ai chitoni in stoffa dell’antica Grecia. Ma è al tempo stesso terribilmente contemporaneo. Il plissè è indubbiamente un trend che incanta. Maria Grazia Chiuri, oggi Lady Dior, nella sua ultima collezione d’alta moda per Valentino insieme a Pier Paolo Piccioli ha fatto sfilare celestiali fanciulle a piedi nudi velatamente coperte solo da soffici pepli. Pura Poesia.

Plissè - sfilata Valentino - immagine da instagram

Credits: Valentino Image Courtesy Instagram

E non è stata la sola. Da Salvatore Ferragamo a Missoni, da Marni a Chloè, da Krizia a Gucci, le collezioni estive sono state un tripudio di armoniose pieghe. In versione black and white o coloratissime. E il discorso non cambia se facciamo una rapida incursione nelle prefall 2016/2017. Un autunno denso di volteggi virtuosi e dinamici e gonne romantiche alla maniera dell’insuperabile sarto spagnolo trapiantato a Venezia Mariano Fortuny, che nel 1909 brevettò il primo tessuto increspato ispirandosi ai fasti antichi.

Credits foto gallery
Salvatore Ferragamo Image Courtesy Instagram
Gucci Image courtesy www.mytheresa.com

In epoca moderna, la stilista che sublimò i drappeggi grecizzanti “pieghettando” la stoffa fino a creare capolavori simili a origami fu l’indelebile Madame Vionnet, ribattezzata da Balenciaga “Maestra di stile”.

Ma perché piace tanto, e viene riproposta quasi ogni stagione? Il motivo plissè è estremamente raffinato, di uno charme sartoriale. Da vita a vere e proprie sculture. É adatto anche a forme curvilinee. Mette in risalto la silhouette senza segnarla in modo ossessivo. Accompagna, avvolge soavemente senza mai strizzare le forme.

La gonna plissé midi a vita alta è uno dei must have di stagione. Perfetta se indossata con una tee a contrasto o una camicia bianca infilata al suo interno per evidenziare al meglio punto vita. Nuance pastello, su tutti Serenity di Pantone o Quarzo rosa come abbiamo ammirato sulla passerella della Maison Valentino. O, dalla parte opposta delle barricate, bagliori metallici rock ed eccentrici. Così per Gucci e Isabel Marant. Abbinata agli ormai iconici mules o ankle boots in suede che vedrete ovunque senza mai stancarvi. Colore di tendenza? Burgundy, grigio perla e cammello. E poi abiti lunghi, anzi lunghissimi densi di onde sinuose che accarezzano le gambe.

Credits foto gallery
Valentino Image Courtesy www.mytheresa.com
Gucci Dress Image Courtesy www.mytheresa.com

Anche il talentuoso Alessandro Michele strizza l’occhio ai grandi classici con la sua ultima Collezione. Abiti da grand soirèe o da giorno con colletti alla collegiale e anima retrò in seta plissettati. Quasi drammatici. Infine è d’obbligo citare l’istrionico Giambattista Valli. Per lui è tutta una questione di pieghe. Abiti onirici, con riferimenti neo-edoardiani. Un’eleganza che non teme rivali.

Credits foto gallery
Gucci Image Courtesy www.mytheresa
Giambattista Valli Image www.mytheresa.com