Tesla CyberTruck, il primo pick-up elettrico della Casa Automobilistica di Paolo Alto, nella sua versione più performante avrà 800 chilometri di autonomia. Arriverà nel 2021 ma può già essere ordinato versando una caparra di soli 100 dollari.

Che la Casa automobilistica Tesla non abbia mai avuto timori di osare, lo avevamo capito da tempo. Unico marchio al mondo a produrre esclusivamente vetture di lusso 100% elettriche, non solo ha sempre creduto che la mobilità a zero emissioni rappresenti l’unica soluzione intelligente, ma ha anche dimostrato come questo tipo di propulsione, se abbinata a soluzioni tecnologiche di ultimissima generazione e a materiali estremamente pregiati, possa anche rappresentare un vero status symbol. Come dimostrerà il nuovo Tesla CyberTruck. 

Tesla CyberTruck
Cybertruck è in grado di affrontare con disinvoltura quasi tutte le situazioni più estreme

Un pick-up futuristico, dalle linee squadrate e taglienti.

A meno di 10 anni dalla nascita della sua prima vettura, la Model S, il marchio lancia oggi un nuovo guanto di sfida presentando il Tesla Cybertruck. Si tratta di un modello forse più adatto a calcare le scene dell’ultima pellicola di Brad Pitt ambientata nello spazio (o al film Blade Runner a cui è ispirato) che non ad attraversare il quadrilatero della moda milanese, ma è un veicolo che ha già lasciato a bocca aperta il mondo intero.

Costruito con una scocca esterna creata per garantire la massima resistenza e protezione dei passeggeri, è composto da un’anima strutturale in acciaio inossidabile laminato a freddo e da componenti ad alta resistenza e durata. L’esoscheletro del Cybertruck consente di evitare l’insorgere di ammaccature, danni e corrosione a lungo termine; il vetro blindato grazie al composito di strati polimerici, è in grado di assorbire e deviare le forze di impatto migliorando le prestazioni e la resistenza. Ripensandoci, se non fosse per le dimensioni, potrebbe essere davvero adatto alle “sportellate” da parcheggio della giungla urbana.

Tesla CyberTruck
Interni minimalisti, con prese elettriche e grande vano portaoggetti sotto la seconda fila

A bordo c’è spazio per sei passeggeri.

Gli interni sono flessibili con tre sedute singole anteriori e un divanetto posteriore; l’interfaccia uomo-macchina è affidata ad uno schermo touchscreen da 17 pollici e i rivestimenti hanno tutta l’aria di essere composti da materiali pregiati, tra questi anche il marmo con cui è ricoperta la plancia. A sorprendere è il cassone posteriore lungo 1,98 metri che può trasportare oggetti ingombranti, sino ad un peso di 1588 chilogrammi, con tanto di rampa per poter caricare delle moto o l’innovativo Cyberquad di Tesla. Il vano di carico, se chiuso. ha una capienza di 2832 litri.

Cybertruck è composto da componenti progettati per offrire il massimo livello di resistenza e durata

Un veicolo inarrestabile.

Come ogni pick-up che si rispetti, il Tesla Cybertruck è in grado di affrontare qualsiasi terreno e ostacoli impegnativi grazie ad un’altezza da terra di 406 centimetri e angoli d’attacco e di uscita rispettivamente di 35 e 28 gradi. Dotato di sospensioni pneumatiche adattive, si alza e si abbassa di 10 cm in entrambe le direzioni a seconda delle necessità.

Fino a tre motori e 800 Km di autonomia.

Quello presentato da Elon Musk è il sesto modello della Casa automobilistica di Paolo Alto, arriverà sul mercato nel 2021 e sarà disponibile con tre configurazioni. La versione meno potente, ovvero la Single Motor a trazione posteriore, costerà 39.900 dollari; al centro della gamma ci sarà la Dual Motor AWD con trazione integrale disponibile ad un prezzo di 49.000dollari; il modello più performante invece avrà tre motori, garantirà un’accelerazione da 0 a 96 Km/h in 2,9 secondi, e una velocità massima di 210 Km/h. la Tri Motor AWD Long Range sarà disponibile del 2022 ad un prezzo di 69.900 dollari e proporrà un’autonomia di 800 chilometri e una capacità di traino di 6350 chilogrammi.

Le batterie potranno essere ricaricate attraverso le prese domestiche fino a 220 volt, oppure tramite le colonnine fastcharge (il sistema supporterà potenze di ricarica sino a 250 Kw).

 

Potrebbe interessarti anche l’approfondimento su Aston Martin.