Tuxedo, tux, black tie, dinner jacket. Tante diciture per indicare lui, il re indiscusso degli eventi serali, lo smoking.

Indossato per la prima volta nel 1886 dall’industriale Griswold Lorillard per recarsi al Tuxedo Club nel New Jersey, lo smoking continua a essere un must have del guardaroba maschile.

Smoking: Griswold Lorillard indossa un tuxedo durante il primo ballo d’autunno al Tuxedo Club - Photo Credit: JB Suits

Erede dell’ottocentesca smoking jacket, indossata dagli uomini inglesi nelle stanze per fumatori al fine di preservare gli abiti dall’odore del tabacco, lo smoking, degno sostituto del frac e tight, resiste alla decadenza stilistica dei nostri tempi.

Quest’abito da uomo, formale e di grande eleganza, viene proposto nei due colori più classici: il nero o il blu midnight.

Con risvolti in raso lucido sui revers della giacca e sui pantaloni, lo smoking portato necessariamente con scarpe di vernice nera, continua a essere visto come il capo chiave da indossare nelle occasioni più esclusive: dalle cene di gala alle prime teatrali, alle serate passate tra una mano di roulette e l’altra al casinò, rimanendo un classico senza tempo.

L’intramontabile eleganza dello Smoking veste gli eventi più importanti.

A Milano, il 7 dicembre, Sant’Ambrogio, è la data che segna la prima al Teatro alla Scala. L’evento di grande importanza storica, calamita nella capitale meneghina tutte le autorità più illustri internazionali e apre la nuova stagione teatrale.

Era il 17 febbraio del 1904 quando andò in scena per la prima volta Madama Butterfly, la quale dopo una critica iniziale andò ad occupare un posto speciale nel cuore del pubblico. A 112 anni dalla prima assoluta, sarà il maestro Riccardo Chailly a dirigere l’opera di Giacomo Puccini e scrivere un nuovo pezzo di storia.

Nella wishlist di questa settimana, vogliamo rendere omaggio a uno degli eventi più attesi dell’anno, presentandovi alcuni look di classe da cui trarre spunto in vista della première.

Nello spot del nuovo profumo di Givenchy, Gentlemen only Absolute, il protagonista Simon Baker indossa uno smoking nero con papillon e camicia bianca, come tradizione vuole.

Il modello a monopetto con un solo bottone frontale consente alla giacca di seguire le linee del corpo mettendo in risalto la silhouette. Uno smoking ironico, garbato e absolument irrésistible, rappresenta la soluzione ideale per la serata.

Smoking: smoking-tuxedo-simon-baker-adv-givenchi-foto-02

Il modello di tuxedo, Intrigue di Ralph Lauren, con panciotto e pochette bianca, in lana, ricorda quello indossato da Leonardo di Caprio nel film Il Grande Gatsby, tratto dal capolavoro letterario di Fitzgerald. Nel corso delle sue grandiose feste, il ricco Jay Gatsby sorseggiava Martini e faceva ballare i suoi ospiti a ritmo di Jazz. Impeccabile e superlativo, in questo look è racchiuso tutto il lusso e l’eleganza di un’epoca, i ruggenti anni ’20.

smoking-tuxedo-ralph-lauren-foto-03
smoking-tuxedo-di-caprio-il-grande-gatsby-foto-04

C’è tutta l’alta arte sartoriale napoletana in questo modello di smoking firmato Kiton.

Le forme sono rivisitate: la giacca a doppio petto e il rever in seta importante assumono una nuova struttura, che insieme al pantalone, sono pensati per un consumatore più giovane che ama scegliere abiti eleganti e distintivi.

A completare il look, la camicia dal doppio polsino fermato con preziosi gemelli e un papillon della stessa nuance dell’abito: un inaspettato color caffè. Interessanti anche le varianti in grigio antracite portate con scarpe in vernice nera e lacci colorati.

Smoking realizzati in tessuti di altissimo livello e passione tramandata di generazione in generazione, continuano a soddisfare le esigenze di consumatori attenti alla qualità e all’eccellenza firmata Made in Italy.