La natura, i viaggi e l’arte sono i punti di riferimento che ispirano le creazioni di Luisa Beccaria, per un guardaroba iperfemminile.

Luisa Beccaria Runway - modella scende le scale indossando una creazione della stilista
Luisa Beccaria Runway

Un nome, Luisa Beccaria, omaggio all’estetica romantica. E una storia, iniziata nei primi anni’80 presentando in una galleria la sua prima collezione.

Da allora , ha continuato a tenere le sue sfilate in luoghi unici. Ha fondato la sua sede e il primo negozio nel quartiere di Brera, nel centro di Milano, per dare un senso a quel principio che arte e bellezza sposano gli eccessi dei sensi. Poco dopo sono state introdotte le collezioni per bambini e per la sposa.

Nel 1991, Luisa Beccaria presenta la sua collezione Haute Couture a Roma, da lì il passo e breve e viene invitata a Parigi dove sfila con il suo stile eccentrico e iperfemminile riscuotendo un notevole successo di critica che la proietta nel star system internazionale.

Forte del successo ottenuto dalle collezioni Haute Couture, quintessenza di un lusso avant- garde, la maison nel 2000 lancia la collezione  Pret-à-Porter. Definita spesso come una linea “young couture”, riscuotendo un immediato successo sia in Europa che nei mercati internazionali più esigenti, assicurando una presenza sulle passerelle del calendario di Milano Moda Donna. La sede della società è cresciuta fino a includere un reparto di produzione e design.

Alla guida del marchio dal  2006  gli è a fianco Lucilla, la figlia maggiore di Luisa, co-progettando e portando un nuovo punto di vista che ha creato un dialogo generazionale: una straordinaria coppia di duo madre-figlia.

Luisa e Lucilla Beccaria
Luisa e Lucilla Beccaria

La sua filosofia nel creare parte dal concetto che un guardaroba completo per una donna deve coprire i bisogni delle esigenze della vita quotidiana utilizzando ciò che noto e familiare, ma in modo inatteso.

Luisa Beccaria Runway - immagine di sfilata
Luisa Beccaria Runway

La sua estetica continua a ricevere consensi worldwilde: qual’è il segreto del suo successo?

Ho sempre creduto alla coerenza di suggerire uno stile che si rinnova continuamente ribadendo però anche la propria riconoscibilità ed il proprio patrimonio estetico. 

Cosa l’ha portata alla moda, una passione di lungo corso o un innamoramento improvviso?

Una passione di lungo corso come del resto per tutta l’estetica in genere, la ricerca della bellezza e dell’armonia ha sempre guidato le mie scelte. 

La sua vita si divide tra ufficio e la famiglia, due luoghi a lei cari ed importanti, ma anche due posti diversi. Come si intrecciano e favoriscono la sua creatività?

Il connubio non è sempre semplice, certamente aver avuto sin da molto giovane una famiglia e quindi una casa come punto di riferimento fisso ha alimentato ed arricchito la mia creatività. dall’altro invece ha anche senzaltro frenato l’evoluzione e la divulgazione del nostro brand che è stato sempre molto vincolato anche alle priorità della mia vita e della mia famiglia. 

Luisa Beccaria Collezione Autunno Inverno 2017-18
Collezione Autunno Inverno 2017-18

La creatività si tramanda o si coltiva?

La creatività senz’altro si può tramandare attraverso uno stile ma si coltiva anche continuamente con un esercizio costante dell’occhio e dello spirito. 

Come è cambiata l’esigenza della donna in tutti questi anni?

A mio avviso il concetto di bellezza è un concetto eterno, “l’eterno femminino” senz’altro c’è una velocità ed una immediatezza negli scambi di informazioni e nell’esaurimento dei propri desideri che va considerata insieme ad un moderno concetto di comodità e di coolness che ormai fa parte integrante della vita contemporanea. 

Come vede il lusso oggi?

Il lusso è sempre più esclusività, trovo che ci sono stati molti anni di corporate branding e che quindi molto di quello che era considerato lusso sia diventato troppo accessibile e troppo globalizzato. per me il lusso è qualcosa di esclusivo, ricco di contenuti sinonimo di alto artigianato e di cultura. 

Luisa Beccaria Collezione Primavera Estate 2018
Collezione Primavera Estate 2018

I suoi capi stanno riscuotendo molti consensi fra le icone fashion contemporanee dello star system. Chi è l’ambasciatrice che l’ha resa più fiera?

Mi piace vestire tutte le donne nello stesso modo, vedere la loro trasformazione quando indossano un nostro abito. Angelina Jolie, Sarah Jessica Parker, Madonna e Hanna Hathaway sono testimonial molto diverse tra loro che hanno vestito recentemente i nostri abiti.

C’è qualche personaggio che ha influenzato il suo lavoro?

Le influenze sono state varie e diverse tra di loro da eroine cinematografiche a donne di dipinti famosi, senz’altro negli ultimi 12 anni l’arrivo nell’azienda della mia prima figlia Lucilla ha contribuito immensamente all’evoluzione della nostra donna che è sempre più trasversale e attraversa varie generazioni. 

Luisa Beccaria Collezione Gala Autunno Inverno 2017-18
Collezione Gala Autunno Inverno 2017-18

Dove andrebbe se dovesse scegliersi un’altra vita?

Starei sempre più in mezzo alla natura e all’aria aperta, non in un ufficio.