Disegnata personalmente da Lucrezia Buccellati, la primavera si trasforma in gioiello. Gardenie e margherite scelgono l’argento per rivivere in parure.

Buccellati - Foto 1 - Photo: Elisa Sednaoui per Peter Lindbergh

Photo: Elisa Sednaoui per Peter Lindbergh

La grazia e la delicatezza delle fanciulle in fiore. È il primo pensiero che arriva alla mente osservando Blossoms, la nuova collezione di Buccellati che interpreta ad hoc lo stile fresco e spensierato dell’universo femminile della verde età.

Linee morbide, forme arrotondate, è la primavera con i suoi boccioli ad essere indossata più preziosa che mai. Uno il protagonista assoluto, l’argento, un materiale nobile che possiamo portare in ogni momento delle giornata.

In più Blossoms, che riedita alcuni modelli di maggiore successo della maison, rappresenta anche tutta la creatività di Lucrezia Buccellati e con lei la quarta generazione di design della famiglia milanese. Talento, passione e fantasia per l’alta oreficeria sono un fil rouge che lega dal 1919 tutti gli eredi della casa di alta gioielleria, insieme a quella tecnica così minuziosa che fa del brand la “bottega” italiana rinascimentale del ventunesimo secolo.

Gallery Gardenia

Più spensierata nei materiali, Blossoms possiede nell’anima i caratteri distintivi di Buccellati, quei sapienti ceselli e quegli accenti dorati tipici del marchio. L’argento è lavorato a petalo con fini cesellature ed i gioielli in collezione, orecchini, bracciali, e sautoir sono l’espressione della grande arte orafa con un esprit più contemporaneo.

Gardenie e margherite dai pistilli dorati o incastonati con diamanti brown, avvolgono il polso declinati in cuff di differenti misure, o illuminano la silhouette con orecchini e collane.

Cosa regalare ad una fanciulla in tenera età, se non un innocente fiore profumato?

Gallery Gardenia