Da pochi mesi Graff Diamonds a Parigi fa rima con Rue Saint-Honoré 237. L’indirizzo della maison londinese nel cuore della Ville Lumière diventa il nuovo place to be per appassionati ed intenditori di alta gioielleria.

 

“Parigi è sempre una buona idea” dicono i turisti in gita nella capitale. Devo averlo pensato anche Laurence Graff che nell’aprile scorso ha inaugurato il suo flagship store in uno degli incroci più esclusivi del primo arrondisement, a pochi metri da Place Vendôme. La presenza del brand londinese a Parigi non è inedita. Ma la boutique in Rue Saint-Honoré 237, soffitti alti 7 metri a sovrastare 370 mq di pura bellezza, rischia di rubare il fascino ai marchi francesi di alta gioielleria che sono nati e cresciuti proprio in quel quartiere così chic.

Graff Rue Saint-Honoré 237

Nel luglio scorso, durante la settimana della Haute Couture, The Ducker Magazine è stato invitato dal brand a visitare la sua nuova boutique. Se da un lato la sontuosità degli interni era folgorante, dall’altro abbiamo avuto la possibilità di osservare da vicino ed indossare alcuni pezzi unici strepitosi che resteranno protagonisti al flagship store parigino nei prossimi mesi autunnali.

Graff Paris

L’obbiettivo dell’apertura, mentre lo storico negozio di Graff in Place Vendôme è in ristrutturazione, è l’ampliamento della presenza del brand nella capitale francese dove non convergono soltanto turisti da ogni parte del mondo, ma anche buona parte del business internazionale. Non da ultimo è coltivare il rapporto tra cliente e gioielliere, avvicinando l’appassionato a tutte le molteplici sfaccettature che la Maison rappresenta. L’eccezionale selezione delle pietre preziose, l’esperienza riconosciuta all’unanimità dagli esperti gemmologici, la sobrietà nello stile e nel design e una forte passione per il coté artistico. E’ l’insieme di tutte queste variabili a definire l’atmosfera che si respira in casa Graff Diamonds in Rue Saint-Honoré 237. A sorprendere non è soltanto la bellezza ed il valore delle gemme a cui la marca ci ha abituato negli anni, ma quella appartenente ad universi molto affini: design, arte contemporanea e l’eccellenza dei mestieri d’arte. Mondi ai quali Laurence Graff è da sempre appassionato.

Graff

La firma di Peter Marino per gli interni della boutique.

Il nuovo luogo di culto del marchio è infatti concepito per coccolare il cliente in ogni suo desiderio, spaziando dalle proposte Bridal a quelle più esclusive, all’interno dei saloni progettati dal celebre architetto americano Peter Marino. Soffitti maestosi, allure couture, materiali nobili naturali regalano un tocco di modernità all’architettura classica dei saloni giocando con finiture uniche. Peter Marino ha inoltre scelto la tecnica della scagliola per abbellire le pareti del salone centrale, un alto artigianato tutto italiano del quale avevamo approfondito il sapere del maestro fiorentino Bianco Bianchi, in collaborazione alla Fondazione Cologni.

Leggi qui l’approfondimento sull’Atelier Bianco Bianchi – A Firenze l’arte preziosa della Scagliola.

Graff

Protagonista del salone centrale, la luce si riflette sugli specchi firmati Roland Mellan, lungo i lampadari in bronzo e cristallo realizzati su misura da Thaddeus Wolfe e sulle pareti in velluto dorato a rilievo rifinite a mano. Una scultura dadaista di Jean Arp domina l’anticamera. Intitolata Torse Gerbe, il capolavoro presenta la forma sinuosa di un torso in bronzo e appartiene alla collezione d’arte personale di Laurence Graff. Affascinanti pannelli a specchio dorato, intarsiati con foglie di palladio, rivestono le pareti accanto a pilastri di scagliola bianca trompe l’oeil.

Il salone dell’alta gioielleria.

Una doppia porta d’argento sul retro del salone dedicato alle collezioni Bridal conduce alla spettacolare High Jewellery Room dove sono esposte le creazioni più belle di Graff. Sarete avvolti da una tavolozza dai tenui colori pastello, un’atmosfera onirica ispirata alle iconiche ninfee impressioniste di Claude Monet. Le pareti sono rivestite con pergamena dipinta a mano, illuminate da lampadari in cristallo e ottone argentato di J & L Lobmyer. Al centro un tavolo da cocktail in acciaio di Juan e Paloma Garrido.

Durante la settimana dell’alta moda parigina è in questa stanza che abbiamo scoperto le ultime parure appena arrivate dagli atelier londinesi del marchio. Insieme alla rarità delle gemme, al taglio sensazionale dei diamanti purissimi, si riconferma nel brand il desiderio di avvicinarsi ad un design più contemporaneo che resta comunque fedele alle tradizionali tecniche orafe della gioielleria. Ne è un bell’emblema la collezione Threads.

Graff Diamonds – Collana Threads
Graff Diamonds – Collana Threads in oro bianco con diamanti gialli, diamanti bianchi taglio baguette e brillanti.

L’ispirazione è del tutto romantica. Racconta le relazioni che si sviluppano nel tempo tra gli essere umani. Fili invisibili che collegano sentimenti e vite, vincendo le distanze concrete create dallo spazio e dal tempo. La parure, composta da collana, orecchini e un anello presenta importanti diamanti gialli sapientemente congiunti attraverso una intricata rete di diamanti, intessuta nell’oro come una trama lavorata a maglia.

Graff Diamonds

Tra diamanti blu Fancy Vivid, diamanti rosa e gialli, la Maison ha introdotto anche l’uso di gemme insolite per il brand, come spinelli e tsavoriti. Ma è uno zaffiro “Royal Blue” di 58 carati, il vero protagonista tra i gioielli one of kind di quest’anno. La pietra dotata di un fascino regale e misterioso, domina una collana circondata da diamanti bianchi di tipo IIa D Flawless.

Graff Diamonds – Collana Solar Diamond
Graff Diamonds – Collana Solar Diamond in oro bianco e diamanti.

Quindi, per concludere, se sarete a Parigi nel prossimo futuro, non dimenticare di mettere in agenda una visita in Rue Saint-Honoré 237. In boutique vi aspetta una sorpresa: una wunderkammer interamente rivestita a mano di piume dal verde blu intenso che custodisce alcuni dei tesori più sensazionali che Laurence Graff ha riportato alla luce. Dalle profondità della terra, fino al cuore della regale Ville Lumière.

Graff Diamonds