Amate le pietre preziose e siete affascinati dal mistero che si cela dietro un gioiello vintage?

Se la risposta è affermativa segnate in agenda la data del 17 maggio 2016, scelta da Sotheby’s per la prossima asta dedicata alla più alta gioielleria. Quel giorno, durante le tre sessioni di “Magnificent Jewels & Noble Jewels”,  a Ginevra rivivranno gli antichi splendori dei Principi Doria Pamphilj, l’audacia e lo stile eccentrico della Duchessa De Berry e la grazia inconfondibile di grandi maison come Cartier e Van Cleef & Arpels. Per esempio potrete scoprire che alla fine del XIX secolo, periodo in cui l’Art Nouveau era molto di moda, Louis Cartier preferì invece sviluppare una propria versione raffinata di quello era stata l’arte del neoclassicismo francese del XVIII secolo. Il suo pioneristico uso di un materiale come il platino, gli permise di creare montature molto flessibili e pressoché invisibili. I diamanti e le pietre preziose sembravano così incastonati in un ideale gioco di trame e tessuti. Il cosiddetto “Garland Style” che appassionò reali e principesse di tutto il mondo e che segnò le basi del suo successo internazionale.

LOTTO 431 - Proprietà privata  - Spilla di diamanti, Cartier, 1911 - Stima  CHF 100,000-150,000

Oppure rimarrete affascinati da quella che a gran clamore sarà la star indiscussa delle tre sessioni d’asta di Sotheby’s“Unique Pink”, soprannome scelto per rappresentare il diamante Fancy Vivid Pink di ben carati 15.38 che sarà battuto con una stima di pre-vendita tra i 26 e i 36 milioni di franchi svizzeri. In una parola “Unique Pink” entrerà nella storia per essere una delle gemme più belle che la natura ci ha regalato e che qualsiasi appassionato di gemmologia vorrebbe studiare da vicino.

L’estrema rarità di “Unique Pink” dipende da un connubio di caratteristiche le cui variabili sono studiate attraverso un Sistema di Classificazione Internazionale, creato per la prima volta dalla G.I.A. il Gemological Institute of America. Quattro i parametri seguiti ad oggi per valutare i diamanti e un metodo, quello delle 4 C. Cut (Taglio), Clarity (Purezza), Color (Colore) e Carat (Carati).

LOTTO 495 "Unique Pink" Anello con diamante Fancy Vivid Pink- 15,38 carati, purezza VVS2, tipo IIa Stima: CHF 26,900,000-36,500,000

E proprio dalla G.I.A. “Unique Pink” ha ricevuto la più alta classificazione di colore per un diamante rosa ed è stato identificato come tipo IIa, cioè con una struttura estremamente pura. Secondo i parametri di riferimento, la saturazione è stata accentuata ancora di più grazie alla lavorazione e al taglio della pietra. La lucidatura del diamante grezzo e quel caratteristico taglio “a pera” provengono da Cora International, il leader mondiale statunitense che da anni si occupa delle gemme più preziose sul mercato internazionale.

Tra tutti i diamanti sottoposti allo studio della GIA ogni anno, non più del 3% sono classificati come diamanti colorati, e meno del 5% di quei diamanti colorati presentano una tonalità rosa. “Svelare un colore “Fancy Vivid Pink” è già di per sé rarissimo per qualsiasi diamante naturale, ma che questo accada per uno di 15.38 carati è assolutamente sorprendente” ha certificato l’Istituto Gemmologico Americano.

LOTTO 493 - Da un'importante collezione privata- Demi-parure con gemme preziose e diamanti, Van Cleef & Arpels, anni 1960 - Stima: CHF 1.440.000-2.400.000
LOTTO 454 - Da una importante collezione privata inglese - Orecchini con gemme e diamanti, ' Tutti Frutti ', Cartier , circa 1925 - Stima : CHF 75,000-115,000