Eugenio Monti Colla, regista, scenografo, costumista, artista di squisita sensibilità e cultura, è soprattutto maestro marionettista e direttore artistico della Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli: da trecento anni in attività per la gioia del pubblico meneghino, e non solo, di tutte le età.

Il Maestro Eugenio Monti Colla ritratto nel suo atelier popolato di marionette
Il Maestro Eugenio Monti Colla ritratto nel suo atelier popolato di marionette pronte per la scena: una piccola folla in abiti variopinti e preziosi, interamente realizzata dagli abilissimi artigiani artisti della Compagnia. Il Maestro tiene tra le braccia due versioni della celebre marionetta Gerolamo, un curioso personaggio particolarmente gradito al pubblico milanese. Nel Settecento Gerolamo è protagonista assoluto degli spettacoli del celebre marionettista Sales, a cui sembra aver causato qualche guaio per l'omonimia con alcuni personaggi illustri e per l'attitudine a farsi beffe dei potenti strizzando l'occhio al pubblico.

La Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli è ben nota a livello internazionale come una delle più importanti e antiche nel teatro di figura, che ha portato all’estrema eccellenza e divulgato ai quattro angoli del mondo, incantando i pubblici più diversi.

È una magnifica e poetica storia tutta milanese, che inizia tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo, nel palazzo del ricco mercante Giovanbattista Colla, che offriva ad amici e familiari deliziosi spettacoli di marionette nel teatrino domestico: di questi commoventi spettacoli familiari si trovano descrizioni ammirate persino in Goethe e Goldoni e il pubblico del tempo li considerava tra i passatempi prediletti.

Eugenio Monti Colla: Una sontuosa scena di Aida
Una sontuosa scena di Aida, fra le più belle e complesse opere realizzate dai Colla, da sempre loro apprezzatissimo cavallo di battaglia, particolarmente suggestiva anche per la compresenza di parti cantate e recitate (secondo la tradizione marionettistica ottocentesca) e per l'ambientazione orientale e l'atmosfera esotica. Centinaia i personaggi in scena, magnifiche le scenografie e i costumi, curati in ogni particolare; straordinaria anche l'abilità dei marionettisti nel "maneggio", complesso soprattutto nelle molte scene di folla.

Quando a seguito di alterne fortune i Colla dovettero lasciare Milano e trasformare l’attività di marionettisti per passione e diletto in vera professione prende slancio la vera e propria storia della Compagnia: la sua data di nascita ufficiale è dunque il 1835.

La storia, come spesso accade, vede alterne vicende e passaggi generazionali: alla morte nel 1861 del fondatore Giuseppe, a lungo attivo nelle piazze italiane, i tre figli Antonio, Carlo e Giovanni preferiscono proseguire in autonomia l’attività già ben attestata dando vita a tre diverse formazioni, fra cui la Compagnia Carlo Colla e Figli: questa diverrà famosa soprattutto grazie alla guida di Carlo prima e Carlo II poi.

Eugenio Monti Colla: Uno dei maestri artigiani della Compagnia Colla intento alla scultura di una testina di marionetta
Uno dei maestri artigiani della Compagnia Colla intento alla scultura di una testina di marionetta: tutti gli spettacoli sono integralmente prodotti e realizzati dalla Compagnia, dalle piccole figure ai costumi al trucco e parrucco, dalle delicate scenografie in carta ai meccanismi di scena. Un piccolo mondo di grande maestria e poesia, che non smette di affascinare il pubblico di tutte le età.

Quest’ultimo in particolare porta la Compagnia ad altissimi livelli artistici, rinnovandone anche tecniche e repertori, grazie all’eccezionale talento e allo spirito di ricerca. Grazie a lui gli artisti compiono grandi progressi nel cosiddetto “maneggio” delle marionette, che si fa sempre più abile e virtuoso, ma anche nella recitazione, nella scenografia e nelle luci, nella preziosità e bellezza di allestimenti e costumi.

Gli spettacoli diventano sempre più fantastici, elaborati, ricchi di quelli che oggi chiameremmo “effetti speciali”. Dal 1906 la Compagnia si insedia stabilmente presso il Teatro Gerolamo di Milano, dove resterà fino al 1957. Per decenni i milanesi frequentano il teatro appassionandosi alle meravigliose storie di Aida e Nabucco, ai balletti di Excelsior e  Sheherazade, al romanzo storico con Il giro del mondo in ottanta giorni e i Promessi Sposi, alle fiabe più note e amate: da Il gatto con gli stivali a Il pifferaio magico a La bella addormentata nel bosco… I Colla tengono spettacoli quotidiani frequentatissimi da grandi e piccini.

Eugenio Monti Colla: in laboratorio, mentre veste con amore e delicatezza una delle sue piccole creature .
Il Maestro non è solo regista, autore dei testi, scenografo e attore: lo vediamo qui in laboratorio, mentre veste con amore e delicatezza una delle sue piccole creature . Le marionette sono per lui quasi piccoli esseri vivi, bisognosi di tenerezza e di cure costanti... Solo un grande saper fare e una grande passione possono aprire le piccole porte di questo mondo magico.

Purtroppo con il dopoguerra e l’avvento della televisione e del cinema di animazione il teatro di figura è destinato ad un inesorabile declino e i Colla abbandonano le scene: segue un lungo e triste periodo di oblio, in cui la magia delle marionette sembra non doversi più risvegliare. Ma come ne La bella addormentata, e in ogni fiaba che si rispetti, nel 1965  Angela, Cesarina, Teresa, Carla, Carlo III e Eugenio Monti, figlio di Carla, decidono di recuperare il patrimonio teatrale e ridare vita al sogno.

Eugenio Monti Colla con la splendida marionetta di Giuseppe Verdi, in occasione della manifestazione VERDIssimo, sfilata di moda delle marionette, durante Milano Moda Donna 2013.
Eugenio Monti Colla con la splendida marionetta di Giuseppe Verdi, in occasione della manifestazione VERDIssimo, sfilata di moda delle marionette, durante Milano Moda Donna 2013. Diverse le opere del grande maestro messe in scena dalla Compagnia in tutto il mondo: da Aida a Rigoletto al Trovatore... L'opera è parte fondamentale del repertorio dei Colla, da sempre amatissima dal pubblico, insieme al balletto, al romanzo storico e alla fiaba.

Con inesausta passione e con straordinaria professionalità, resa eccellente da un patrimonio di conoscenze unico, grazie alla direzione di Eugenio Monti Colla la magia si risveglia.

Sotto la sua guida illuminata la Compagnia torna in attività, recupera le produzioni storiche e crea nuovi capolavori, per la felicità degli appassionati che ne hanno a lungo rimpianto l’assenza. La Compagnia viene invitata nei più importanti teatri e festival del mondo. Oggi il repertorio vanta quasi 400 spettacoli, dalla lirica alla fiaba, dal balletto al romanzo, un patrimonio storico-artistico senza uguali, con produzioni che arrivano a mettere in scena oltre duecento marionette: tutte realizzate dagli artisti della Compagnia, che se ne prendono anche costantemente cura come di piccole creature vive, restaurandone e mantenendone sempre bellissimi anche i più piccoli e delicati dettagli, con un lavoro costante e molto impegnativo.

Le marionette di Eugenio Monti Colla in una scena de "Il pifferaio magico"
Tra le fiabe per bambini più amate dal pubblico quella dolceamara del Pifferaio magico dei fratelli Grimm, tra metafora, sogno e poesia. Qui le marionette svolgono anche l'antica funzione satirica di acute commentatrici degli eventi storici e dei mutamenti sociali. Ma soprattutto incarnano la magia di questo mondo, "a metà fra i sogni ed i pensieri".

La Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli è oggi ospite del Piccolo Teatro di Milano con una programmazione annuale, e ha trasformato il proprio atelier in un piccolo teatro, molto frequentato dal pubblico, dalle scuole e dagli artisti e appassionati del teatro di figura.

Grazie alla dedizione e generosità di Eugenio Monti Colla è nata anche l’Associazione Grupporiani, da lui diretta, che promuove la grande tradizione del teatro marionettistico con un’intensa attività didattica, mostre, incontri e seminari, oltre a preservare gelosamente il ricchissimo “edificio teatrale”, come viene definito l’insieme delle marionette, degli abiti e accessori, delle scenografie, delle macchine di scena.

un'immagine dell'atelier di Eugenio Monti Colla - testine di marionetta
L'atelier della Compagnia Colla è un microcosmo di grande fascino: qui gli artisti della Compagnia, marionettisti, attori e artigiani, danno vita ai personaggi che popolano le splendide scene delle diverse produzioni. Incredibile la ricchezza e preziosità dei particolari della loro fattura, così come l'espressività dei loro volti, tutti finemente caratterizzati.

Così si perpetua la magia unica e sempre commovente, sempre capace di suscitare stupore, di questo teatro della meraviglia in miniatura: un piccolo mondo di poetica perfezione, dove arte, saper fare, recitazione, scenotecnica, marchingegni e giochi scenici, costumi preziosi e di incredibile bellezza e accuratezza, scenografie fantastiche curate in ogni particolare… tutto concorre a suscitare emozione, davanti a tanta maestria e bellezza.

Eugenio Monti Colla: La struttura scenica del piccolo teatro vista dal palcoscenico
La struttura scenica del piccolo teatro vista dal palcoscenico: qui si muovono con incredibile destrezza e leggerezza i marionettisti della Compagnia per animare le scene, i marchingegni e le loro piccole creature con stupefacente savoir faire. E quando a fine spettacolo il sipario sale, è un'emozione impagabile vedere tutti i marionettisti seduti insieme nello spazio minuto di questo palco magico, che sembrano riempire come giganti buoni e sorridenti mentre scrosciano gli applausi del pubblico...

E possiamo anticipare con gioia la bella notizia che i Colla attendevano da quasi vent’anni: il Comune di Milano ha finalmente consegnato a Eugenio Monti Colla le chiavi della Palazzina A2 Area ex Ansaldo di via Bergognone, dove troveranno posto uffici e laboratori e verrà inaugurato il Museo del Teatro di Figura di Milano; un unicum al mondo, che riunirà la collezione della storica compagnia con quella della Scuola Civica Paolo Grassi.

Un’incredibile raccolta di 50mila pezzi tra marionette, burattini, scenografie, costumi, documenti teatrali, certo fra le più importanti a livello internazionale. Un patrimonio straordinario che attende a breve il doveroso riconoscimento dell’Unesco.

Un'immagine di una scena de "La Turandot" dei Colla: un assoluto capolavoro che vede agire oltre cento marionette a ricreare con fantastica destrezza le scene e i personaggi dell'amato melodramma pucciniano. Grandissima la maestria artistica e tecnica dei Colla nel tradurre la grande opera nel minuscolo, struggente mondo delle marionette.
Piena di poesia e di fascino anche la Turandot dei Colla: un assoluto capolavoro che vede agire oltre cento marionette a ricreare con fantastica destrezza le scene e i personaggi dell'amato melodramma pucciniano. Grandissima la maestria artistica e tecnica dei Colla nel tradurre la grande opera nel minuscolo, struggente mondo delle marionette.
In apertura: l’immagine emblematica di un uomo e di una marionetta sul bellissimo fondale del piccolo teatro. Quanta poesia in questo mondo piccino… con quella dolce nota di malinconia, che la bellezza sempre porta con sé.
Photo Credits: © Atelier Carlo Colla & Figli