L’uomo artigiano lavora con passione instancabile,
arte sapiente, ostinata determinazione,
dedizione assoluta.
Da sempre, in ogni tempo, la sua mano intelligente
coltiva il mestiere di fare bene ogni cosa.”
(Giordano Viganò)

Giordano Viganò, raffinato maestro ebanista, fra i più importanti rappresentanti del distretto di eccellenza della Brianza lombarda, da più di cinquant’anni esercita il suo alto magistero, nel laboratorio di Novedrate (Como), dedicandosi alla realizzazione di mobili, complementi di arredo, oggetti speciali e pezzi unici caratterizzati dalla bellezza e preziosità degli intarsi lignei, sperimentando soluzioni innovative e moderne.

Giordano Viganò - ebanista -Portapenne "Thomas": uno degli splendidi manufatti realizzati dal maestro in ebano, pelle e osso. All'interno il coperchio ha uno specchio incastonato. Credits: Giordano Viganò
Portapenne "Thomas": uno degli splendidi manufatti realizzati dal maestro in ebano, pelle e osso. All'interno il coperchio ha uno specchio incastonato. Credits: Giordano Viganò

Non solo inimitabile saper fare artigiano, per questo Maestro del legno schivo e riservato, ma appassionatissimo del suo mestiere e sempre generoso nel trasmettere la sua passione agli altri, soprattutto ai giovani.

Ancor oggi, dopo tanti anni di attività, la sua visione é tecnicamente all’avanguardia e stilisticamente aperta al confronto con le tendenze del design contemporaneo e la continua ricerca sui materiali e le tecniche.

Giordano Viganò - ebanista - Tavolino "Blue Moon": un tondo in pietra azzurrite (diametro 31,5 cm), caratterizzata da multiformi cromie naturali, risalta accanto a un tondo in pergamena, entrambi contornati da anelli in bronzo. Fanno parte della preziosa decorazione di un piano interamente rivestito in galuchat blu, che compone un tavolo da salotto. La base è formata da due fasce a semicerchio rivestite in galuchat blu e pergamena. Credits: Giordano Viganò
Tavolino "Blue Moon": un tondo in pietra azzurrite (diametro 31,5 cm), caratterizzata da multiformi cromie naturali, risalta accanto a un tondo in pergamena, entrambi contornati da anelli in bronzo. Fanno parte della preziosa decorazione di un piano interamente rivestito in galuchat blu, che compone un tavolo da salotto. La base è formata da due fasce a semicerchio rivestite in galuchat blu e pergamena. Credits: Giordano Viganò

Cristallo, argento, osso, galuchat e pietre accuratamente selezionate dialogano armoniosamente nelle sue opere con le essenze pregiate, lavorate secondo la miglior tradizione dell’ebanisteria lombarda.

I suoi lavori hanno tempi di gestazione e realizzazione lunghi, perché in ogni creazione il Maestro insegue la perfezione del pezzo unico, del capolavoro da grande ebanista. Una perfezione che si rintraccia in ogni opera a sua firma rendendola sempre riconoscibile: tra queste troviamo bellissimi tavoli e consolle di design; i piccoli oggetti d’uso emozionali come un candelabro, un portasigari, una clutch bag; i preziosi accessori da scrivania, le scacchiere, i servi muti, le cornici e i vassoi con intarsi raffinatissimi…

Giordano Viganò - ebanista - Clutch bag in ebano e osso. Il maestro realizza anche una variante in ebano e pelle di iguana. Credits: Giordano Viganò
Clutch bag in ebano e osso. Il maestro realizza anche una variante in ebano e pelle di iguana. Credits: Giordano Viganò

Fin da giovane il Maestro Giordano Viganò ha sviluppato una competenza a tutto tondo su materiali e tecniche, arrivando ai vertici del saper fare.

Una sapienza alimentata da grande curiosità, apertura mentale, spirito di ricerca, qualità che ancor oggi lo portano a cercare e accettare sempre nuove sfide creative e costruttive.

Giordano Viganò - ebanista - Il tavolino "Marg" nasce dalla creatività di Shinobu Ito e dalla maestria di Giordano Viganò. Il progetto prende forma nel contesto della mostra J+I, al Fuorisalone 2013. Il tavolino ha una forma particolare, dal perimetro irregolare, composta da due elementi perfettamente combacianti che, uniti, formano un unico pezzo sul cui piano è impossibile riconoscere la linea di congiunzione. I due elementi si possono combinare tra loro formando geometrie sempre diverse. I materiali impiegati, pannelli in fibra di legno colorato impiallacciato con legno di bamboo, sono stati scelti per la stabilità necessaria alla particolare lavorazione che prevede incisioni e trafori. Credits: Giordano Viganò
Il tavolino "Marg" nasce dalla creatività di Shinobu Ito e dalla maestria di Giordano Viganò. Il progetto prende forma nel contesto della mostra J+I, al Fuorisalone 2013. Il tavolino ha una forma particolare, dal perimetro irregolare, composta da due elementi perfettamente combacianti che, uniti, formano un unico pezzo sul cui piano è impossibile riconoscere la linea di congiunzione. I due elementi si possono combinare tra loro formando geometrie sempre diverse. I materiali impiegati, pannelli in fibra di legno colorato impiallacciato con legno di bamboo, sono stati scelti per la stabilità necessaria alla particolare lavorazione che prevede incisioni e trafori. Credits: Giordano Viganò

Le lavorazioni più complesse, da vero virtuoso, sono del resto quelle che a suo dire predilige e che gli danno maggior soddisfazione: quando può mettere in campo tutta la sua abilità e il suo amore per quella materia più di ogni altra nobile e viva che è il legno, curando ogni dettaglio con vera devozione e superandosi ogni volta, incurante del tempo e della fatica.

Giordano Viganò - ebanista - Interno dell'atelier del maestro Giordano Viganò a Novedrate, in provincia di Como. Credits: Laila Pozzo
Interno dell'atelier del maestro Giordano Viganò a Novedrate, in provincia di Como. Credits: Laila Pozzo

Nell’atelier, al suo fianco, discreta ma fondamentale, la presenza della moglie Silvana, compagna di vita ma anche musa e prima appassionata del suo lavoro, sempre pronta a facilitare e promuovere i contatti con l’esterno, coadiuvando il Maestro nei progetti e nelle collaborazioni, numerose, con aziende, designer, architetti, scuole di design.

Giordano Viganò - ebanista - ll maestro ebanista Giordano Viganò insieme al wood designer Giacomo Moor ritratti in fase di progettazione per "Doppia Firma 2016", progetto promosso da Fondazione Cologni, Living e YOOX in occasione del Salone del Mobile di Milano. Credits: Laila Pozzo
ll maestro ebanista Giordano Viganò insieme al wood designer Giacomo Moor ritratti in fase di progettazione per "Doppia Firma 2016", progetto promosso da Fondazione Cologni, Living e YOOX in occasione del Salone del Mobile di Milano. Credits: Laila Pozzo

Molto significativa la sua recente partecipazione a due progetti prestigiosi, legati al mestiere d’arte, al design e alla didattica.

Il primo, dal suggestivo titolo di “Doppia Firma”, promosso da Fondazione Cologni e Living in occasione del Salone del Mobile di Milano 2016, ha messo in proficuo dialogo grandi artigiani e importanti designer, dando vita a opere capaci di coniugare creatività contemporanea e maestria artigiana con risultati sorprendenti.

  • Clicca qui per leggere l’intervista di Laura Canepa al Dottor Franco Cologni, Presidente della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte.

Giordano Viganò - ebanista - Per "Doppia Firma 2016" Giordano Viganò e Giacomo Moor hanno realizzato il "Kit del Legnamè": una raffinata interpretazione della cassetta degli attrezzi del falegname. Costruita abbinando due essenze, il noce canaletto e l’ulivo, con la maniglia in ottone e cuoio, il Kit contiene sei utensili: falsasquadra, grafietto, matita, mazzuolo, scalpello e pialletto. L'opera ha vinto il Wallpaper Design Award 2017. Credits: Laila Pozzo
Per "Doppia Firma 2016" Giordano Viganò e Giacomo Moor hanno realizzato il "Kit del Legnamè": una raffinata interpretazione della cassetta degli attrezzi del falegname. Costruita abbinando due essenze, il noce canaletto e l’ulivo, con la maniglia in ottone e cuoio, il Kit contiene sei utensili: falsasquadra, grafietto, matita, mazzuolo, scalpello e pialletto. L'opera ha vinto il Wallpaper Design Award 2017. Credits: Laila Pozzo

In coppia con il giovane ma già affermato designer milanese Giacomo Moor, titolare a Milano di un noto studio-falegnameria, Giordano Viganò ha firmato l’affascinante Kit del legnamé: realizzato in ulivo, noce nazionale, cuoio e ottone, nasce da un’idea creativa suggestiva e molto simbolica, e rappresenta un vero pezzo di bravura, realizzato come omaggio al nobile mestiere d’arte dell’ebanista.

Un pezzo d’eccezione, che ha conquistato l’ambitissimo Wallpaper Design Award 2016.

Il maestro Giordano Viganò insieme a Elizabeth Lee, studentessa della Creative Academy, in fase di progettazione e realizzazione di “Curve”. Il manufatto è stato realizzato per la mostra “Natural Talent” (4 Aprile-29 Maggio 2017), promossa da Creative Academy, in collaborazione con il Museo Poldi Pezzoli e Fondazione Cologni. Credits: Creative Academy.

Più recente ancora e particolarmente significativa la collaborazione al progetto “Natural Talent”, promosso da Creative Academy, scuola internazionale di design del gruppo Richemont, per il Salone del Mobile 2017, in collaborazione con Museo Poldi Pezzoli e Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, con il sostegno della Maison Van Cleef & Arpels.

I venti giovani designer del prestigioso master, provenienti da tutto il mondo, hanno creato un’inedita e preziosa collezione di oggetti in legno, molti splendidamente realizzati dal Maestro nel suo atelier e infine esposti con grande successo di critica e di pubblico nelle sale del Museo, in una scenografica installazione di Eligo Studio.

Giordano Viganò - ebanista - "Curve" skateboard in acero, ebano, tek e amaranto disegnato da Elizabeth Lee, della Creative Academy, e realizzato da Giordano Viganò. Credits: Creative Academy
"Curve" skateboard in acero, ebano, tek e amaranto disegnato da Elizabeth Lee, della Creative Academy, e realizzato da Giordano Viganò. Credits: Creative Academy

Un progetto ad alto contenuto didattico, che Giordanò Viganò ha sposato con entusiasmo straordinario, mettendosi generosamente al servizio dell’idea creativa dei giovani designer e trasmettendo loro tutta la forza emozionante della sua esperienza e della sua visione di maestro d’arte.

Giordano Viganò - ebanista - Allestimento della mostra "Natural Talent" che si è svolta al Museo Poldi Pezzoli durante il Salone del Mobile 2017. Credits: Creative Academy
Allestimento della mostra "Natural Talent" che si è svolta al Museo Poldi Pezzoli durante il Salone del Mobile 2017. Credits: Creative Academy