Da sempre sinonimo di grande ricercatezza, il coccodrillo è uno dei materiali più preziosi che il mondo della pelletteria annoveri nel suo catalogo.

L’amore per questo pellame e la perfetta conoscenza della sua duttilità e resistenza permettono a Giorgio Santamaria, maestro d’arte e fondatore di Giòsa, di padroneggiare alla perfezione quell’artigianalità che ancora oggi affascina, suscita emozioni e che mira a realizzare un prodotto handmade esclusivo.

Si chiama Bottega del Coccodrillo, così come si legge nell’insegna-oblò in via Ciovasso, a Milano: un laboratorio artigianale con annessa boutique in Brera, uno dei quartieri più eleganti e caratteristici della città meneghina.

Giòsa - Il titolare della Bottega del Coccodrillo Giorgio Santamaria e suo figlio Gioele analizzano le pelli per verificarne l'assoluta qualità. © Giòsa
Il titolare della Bottega del Coccodrillo Giorgio Santamaria e suo figlio Gioele analizzano le pelli per verificarne l'assoluta qualità. © Giòsa
Prima che un lavoro, una storia di famiglia. Fondata nel 2004, Giòsa affonda le proprie radici negli anni ’50 quando Santo Santamaria, padre di Giorgio, trasforma un piccolissimo laboratorio artigianale in un’attività concentrata sulla lavorazione di pelli di rettile per conto terzi. Entrato nella bottega paterna all’età di 15 anni, Giorgio ha imparato innanzitutto i segreti dell’arte del tagliare; acquisendo poi esperienza e know-how, si è occupato anche della scelta delle pelli. Fino a quando ha deciso di mettere al centro del proprio lavoro il rapporto che si instaura tra chi ha un desiderio di stile e chi mette a disposizione un bagaglio di esperienze per realizzarlo.
Giòsa - L'ingresso della bottega artigianale in via Ciovasso 6 a Milano; all'interno, gli abili artigiani lavorano la preziosa pelle di rettile dando vita a esclusive realizzazioni Made in Italy. © Emanuele Zamponi
L'ingresso della bottega artigianale in via Ciovasso 6 a Milano; all'interno, gli abili artigiani lavorano la preziosa pelle di rettile dando vita a esclusive realizzazioni Made in Italy. © Emanuele Zamponi L'ingresso della bottega artigianale in via Ciovasso 6 a Milano; all'interno, gli abili artigiani lavorano la preziosa pelle di rettile dando vita a esclusive realizzazioni Made in Italy. © Emanuele Zamponi
Giòsa - Alcune tra le sfumature della cartella colori delle pelli di Giòsa © Giòsa
Alcune tra le sfumature della cartella colori delle pelli di Giòsa © Giòsa

Giòsa rappresenta, quindi, la sua personale idea in merito alla realizzazione di una vasta gamma di articoli in coccodrillo.

Idea che, se da un lato persegue i canoni classici delle lavorazioni di questo nobile pellame, dall’altro rappresenta un modo moderno e innovativo di trattare e vivere il materiale. Partendo dalla scelta delle nuance del colore fino ad arrivare alle più sofisticate rifiniture, l’atelier, oltre agli articoli proposti, realizza creazioni secondo i desideri della clientela.

Giòsa - All'interno della bottega, l'angolo dedicato alla scelta dei materiali e colori occupa uno spazio predominante. Sullo sfondo, il Maestro Giorgio Santamaria, seduto al banco di lavoro, con l'immancabile grembiule in pelle © Emanuele Zamponi
All'interno della bottega, l'angolo dedicato alla scelta dei materiali e colori occupa uno spazio predominante. Sullo sfondo, il Maestro Giorgio Santamaria, seduto al banco di lavoro, con l'immancabile grembiule in pelle © Emanuele Zamponi

Personalizzazione massima, qualità altissima, lavorazioni esclusivamente artigianali. Avere il negozio che affaccia su strada non è casuale: le vetrine sono un invito ad avvicinarsi. Il cliente che entra nella Giòsa- Bottega del Coccodrillo può dare un’anima ai propri sogni…

Giòsa - In primo piano, la traduzione della maestria artigianale in prodotto finito: portafoglio, cintura e borsa che esaltano l'unicità dello stile Giòsa. © Giòsa ed Un esempio dell'eccellenza artigianale di Giòsa: una valigia old style interamente ricoperta in pelle di coccodrillo. © Emanuele Zamponi
Nelle foto: in primo piano, la traduzione della maestria artigianale in prodotto finito: portafoglio, cintura e borsa che esaltano l'unicità dello stile Giòsa. © Giòsa Nell'altra immagine un esempio dell'eccellenza artigianale di Giòsa: una valigia old style interamente ricoperta in pelle di coccodrillo. © Emanuele Zamponi

Entrare e richiedere un primo bozzetto del pezzo che si desidera è un percorso tra tecniche di lavorazione, modelli up-to-date e colori che rendono la scelta non facile.

Nel frattempo, si ascoltano i suggerimenti di chi, in base alle varie esigenze, suggerisce la concia perfetta: dal lucido per la classica borsa strutturata al morbido, fino al mirage, un semilucido che permettere di realizzare prodotti non rigidi, o lo chiffon, tecnica madre della pelletteria di rettile applicata a capi d’abbigliamento. E per chi desiderasse un tocco vellutato, ecco il nabuk, che garantisce un effetto che non passa inosservato.

Entrare e richiedere un primo bozzetto del pezzo che si desidera è un percorso tra tecniche di lavorazione, modelli up-to-date e colori che rendono la scelta non facile. Nel frattempo, si ascoltano i suggerimenti di chi, in base alle varie esigenze, suggerisce la concia perfetta: dal lucido per la classica borsa strutturata al morbido, fino al mirage, un semilucido che permettere di realizzare prodotti non rigidi, o lo chiffon, tecnica madre della pelletteria di rettile applicata a capi d’abbigliamento. E per chi desiderasse un tocco vellutato, ecco il nabuk, che garantisce un effetto che non passa inosservato.
Giòsa - un artigiano seleziona i pellami
L’amore per questo pellame, la perfetta conoscenza della sua duttilità e la capacità nella lavorazione, assai ardua e complessa, anche per la preziosità del materiale, permettono a Giorgio Santamaria di poterlo interpretare nelle sue differenti conce e finizioni. © Giòsa
Giòsa - Il Maestro Giorgio Santamaria e un artigiano della bottega alle prese con la prima delicatissima fase di lavorazione: il taglio. Con scrupolosa attenzione, l'artigiano impugna le forbici e procede al taglio grazie all'ausilio di una matrice guida in carta © Giòsa
Il Maestro Giorgio Santamaria e un artigiano della bottega alle prese con la prima delicatissima fase di lavorazione: il taglio. Con scrupolosa attenzione, l'artigiano impugna le forbici e procede al taglio grazie all'ausilio di una matrice guida in carta © Giòsa

Giòsa, che nel 2015 ha ricevuto il riconoscimento Artigiano OmA dell’Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte di Firenze e nel 2016 il titolo di MAM – Maestro d’Arte e Mestiere promosso dalla Fondazione Cologni, è una vera e propria bottega composta da una quindicina di artigiani italiani.

Nella gallery:
  • Un dettaglio del pregiato campionario Giòsa: le numerose nuance messe a disposizione della clientela permettono una personalizzazione unica ed esclusiva dell’accessorio che si desidera avere. © Emanuele Zamponi
  • Emblema di autenticità e originalità, la targhetta Giòsa viene apposta su ogni creazione. La dicitura Made in Italy rispecchia in pieno la fisolofia dell’atelier, i cui prodotti sono ideati e realizzati esclusivamente nei confini nazionali. © Emanuele Zamponi
  • Le iniziali del Maestro Giorgio Santamaria, cuore e anima di Giòsa, ci accolgono negli spazi della Bottega del Coccodrillo © Giòsa

È un luogo dove anche la trasmissione del sapere è importante: una tradizione di famiglia, grazie al figlio e al nipote di Giorgio, che apprendono in bottega i segreti di un’eccellenza artigiana senza uguali. È un luogo dove la materia è sinonimo di autenticità. Quella materia che toccano, plasmano, annusano e sentono, Giorgio Santamaria e il suo team la conoscono bene. La studiano, la osservano, ci giocano e ogni volta si spingono più avanti, scorgono il limite delle possibilità espressive e lo percorrono. Il risultato? Preziose e raffinate creazioni con pelli di coccodrillo esclusivamente di primissima qualità.

In apertura e qui: dettaglio di alcune tonalità di pelli, preziosi segni distintivi del vero lusso. © Emanuele Zamponi
In apertura:  dettaglio di alcune tonalità di pelli, preziosi segni distintivi del vero lusso. © Emanuele Zamponi