È dal tardo Medioevo che la maiolica di Faenza rappresenta nell’Italia e nel mondo un simbolo di bellezza e di maestria.

Bottega Vignoli dettaglio della lavorazione
Un dettaglio dove è possibile vedere la firma originale della Bottega Vignoli e le cromie cangianti tipiche della lavorazione a riduzione a gran fuoco.
Photo credit Cesare Baccari

Caratterizzata dal tipico rivestimento vetroso, opacizzato con l’ossido di stagno, dai multiformi decori e ricchi cromatismi, la ceramica di Faenza è frutto di un territorio generoso, proprio come la città stessa, nata sulle sponde del fiume Lamone, dal quale si ricava la particolare argilla che ha permesso di far fiorire questa secolare tradizione.

Con il Museo Internazionale delle Ceramiche, la storica Scuola d’arte ceramica e il Premio Faenza, un fitto calendario di manifestazioni, mostre ed eventi, la città romagnola è sapientemente riuscita nel tempo a divenire anche punto di riferimento internazionale per la ceramica contemporanea.

Le sorelle Ivana e Saura Vignoli
Le sorelle Ivana e Saura Vignoli all’interno del laboratorio di via Fermi a Faenza, aperto nel 1976. L’intera produzione consiste in pezzi ornamentali, oggetti d’uso, complementi per l’arredo urbano, serie limitate e linee personalizzate su richiesta del committente.
Photo credit Marco Negri

Ivana e Saura Vignoli sono sorelle e compagne d’arte, nonché talentuose custodi dell’antica arte della ceramica di Faenza.

Nate entrambe a Brisighella (Ravenna), rispettivamente nel 1948 e nel 1956, hanno conseguito il diploma di maestro d’arte e magistero artistico presso l’Istituto statale d’arte per la ceramica di Faenza e nel 1976 hanno aperto la loro Bottega, già da subito molto apprezzata e visitata.

Vaso a tema geometrico, caratterizzato dallo sfondo bicromatico in azzurro e bianco, impreziosito da un’ampia gamma di decorazioni. Tra i disegni più iconici l’ombrello, i pesci, il corallo, il cavallo, l’albero e la colomba.
Vaso con decorazione all-over “sardine”. La creazione è una delle più famose grazie alla decorazione che ne ricopre l’intera superficie. Le sardine, dipinte a mano, sono caratterizzate da una vasta gamma di sfumature che vanno dal blu scuro all’azzurro.
Vaso con decorazione geometrica composta da cubi metallizzati e triangoli bianchi. La composizione prospettica conferisce profondità e lucentezza al vaso.
Photo credit Cesare Baccari

La tecnica di riduzione a gran fuoco.

La loro cifra creativa non si limita a ricercare ispirazione nella ricca iconografia delle loro terre, ma coniuga forme e decori della tradizione locale agli stili mediterranei, con riferimenti alla cultura islamica, ispano-moresca, romana e bizantina.

Ma la caratteristica che rende irripetibili le loro creazioni è sicuramente la particolare tecnica di riduzione a gran fuoco, che conferisce ai loro manufatti, dipinti con ossidi metallici, mille riflessi iridescenti di una suggestione e un fascino speciali. Grazie a questa tipologia di cottura, che richiede grande maestria e consente di raggiungere effetti cromatici cangianti, ogni opera è un pezzo unico, con caratteristiche inimitabili.

Bottega Vignoli dettaglio della lavorazione
Un dettaglio della lavorazione a “riduzione a gran fuoco” che caratterizza l’intero repertorio di creazioni della bottega. Questa tecnica di cottura permette di ottenere colori cangianti e riflessi iridescenti, conferendo a ogni pezzo caratteristiche uniche e inimitabili.
courtesy Bottega Vignoli

I temi decorativi prediletti dalle sorelle Vignoli sono reinterpretazioni storiche o del tutto originali, in linea con lo spirito di ricerca e innovazione che contraddistingue il territorio nel quale vivono e lavorano: di grande impatto visivo i decori geometrici, realizzati grazie a un sapiente gioco di cromatismi e incastri perfetti fra le varie composizioni prospettiche, i motivi naturalistici rinascimentali, caratterizzati dall’opulenza delle forme e dei colori, i bellissimi pesci declinati in tutte le possibili versioni, forme e cromie, che risplendono su vasi, coppe, piatti e ciotole attraverso disposizioni studiate ad hoc per riempire lo spazio in modo sapiente, tanto ordinati e armonici da sembrare anch’essi frutto di uno studio prospettico.

Vaso semi-cilindrico con decorazione geometrica
Vaso semi-cilindrico con decorazione geometrica composta da quadrati caratterizzati dalla geometria tridimensionale sui toni dell’oro, dell’arancione, del blu e del bianco.
courtesy Bottega Vignoli

La produzione Vignoli è ricchissima e spazia da pezzi ornamentali a oggetti d’uso e complementi d’arredo, alle serie limitate.

Non meno importanti le creazioni personalizzabili direttamente da parte del committente, che può liberamente scegliere tra colori e disegni. In questi decenni di attività le due maestre hanno portato alto il nome della loro città e della loro famiglia partecipando a mostre e concorsi soprattutto in Italia, negli Stati Uniti, in Francia e Germania, donando lustro alla maestria artigiana italiana al femminile.

Non meno variegate e importanti sono state le collaborazioni con artisti e maestri proveniente da tutto il mondo: la bottega Vignoli collabora in modo permanente con Nedo Merendi, Andrea Miniati e Mario Pezzi e ha avuto collaborazioni temporanee con Pierre Bayle, Bernard De Jonge, Jorrit Tornquist, Midori Kamasaki, Museo Carlo Zauli, Andrea Ghetti, Paola Baroncini e Jader Giraldi.

Il laboratorio delle sorelle Vignoli
Il laboratorio delle sorelle Vignoli è una fucina di idee che si traducono in magistrali creazioni. Si riconoscono alcune opere prima della pittura e, in primo piano, una grande quantità di colori e materiali utilizzati per il completamento dei vasi.
courtesy Bottega Vignoli

Le maestre Vignoli si contraddistinguono da sempre per una produzione limitata, estremamente curata nei dettagli e virtuosa nella sperimentazione di materie e decorazioni, che spesso produce pezzi irripetibili e unici. Il loro stile, immediatamente riconoscibile, è volutamente nel segno della tradizione della maiolica mediterranea e la loro presenza sul piano internazionale da quasi quaranta anni ne conferma la paziente e appassionata dedizione.

Bottega Vignoli particolare
Il carattere artigianale della Bottega Vignoli convive con quello puramente artistico. La mano, con gesti attenti e sapienti, esalta il prodotto in ogni dettaglio. Accanto agli estimatori italiani, Ivana e Saura Vignoli annoverano anche un nutrito numero di clienti internazionali.
Photo credit Marco Negri

La loro maestria, intuizione e tecnica è stata premiata con il riconoscimento MAM – Maestro d’Arte e Mestiere, promosso dalla Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, conferitogli nel 2016.

“Non esiste limite alle possibilità della ceramica, e siamo convinte che da ogni punto di vista, dalle tecniche realizzative della decorazione, alle forme della materia, ci siano ancora e come sempre direzioni da percorrere”, affermano Ivana e Saura Vignoli, instancabili e appassionate ricercatrici della bellezza…con insuperabile maestria.

Created by Saura Vignoli Title: Vaso modanato "Giò"
Parte superiore del vaso decorato geometricamente con composizione prospettica sui toni dell’oro, dell’arancione, del blu e del bianco.
Photo credit Marco Negri

In apertura: Vaso “ad onda” caratterizzato dalla decorazione “sardine” su tutta la superficie della creazione. La bocca del vaso è adornata dalla curvatura, da cui prende origine il nome, che conferisce movimento all’opera delle sorelle Vignoli.

Photo credit Cesare Baccari

A cura di Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte

Leggi anche, dello stesso argomento, l’articolo dedicato alla ceramica contemporanea di Gabriella Sacchi. Lo trovi qui.