Nuova collezione, differente destinazione, originale evoluzione. Pur conservando connotazioni riconducibili al mondo dell’aviazione il Bell & Ross BR 05 cambia look ed approccio, entrando in una nuova dimensione.

Bell & Ross – BR 05 – cassa in acciaio lucido/satinato da 40 mm – quadrante nero – movimento meccanico automatico – impermeabile a 10 Atm – bracciale in acciaio lucido/satinato (disponibile anche con cinturino in caucciù a coste).
Bell & Ross – BR 05 – cassa in acciaio lucido/satinato da 40 mm – quadrante nero – movimento meccanico automatico – impermeabile a 10 Atm – bracciale in acciaio lucido/satinato (disponibile anche con cinturino in caucciù a coste).

Quando è stato presentato, solo pochi giorni fa, ha mandato letteralmente in tilt più di un cervello. Provocando, in buona sostanza, una sorta di disorientamento. Un fenomeno strano, interessante, dovuto per lo più all’originalità delle soluzioni stilistiche adottate per il suo layout. Da un lato, un emisfero celebrale impegnato a trovare nel Bell & Ross BR 05 un qualcosa di stranamente familiare, rassicurante, già visto. Dall’altro, il suo dirimpettaio, intento a catalogarlo invece come un qualcosa di nuovo, inedito, non registrato negli archivi fotografici della memoria. Una sensazione fugace, ma piacevole, non comune da sperimentare per via di un mondo dell’orologeria ormai spesso fin troppo uniformato. Ma quale l’origine di tale percezione? La scelta di Bell & Ross di dar vita ad un nuovo filone, una nuova collezione, capitalizzando stilemi proprietari (di derivazione aeronautica) divenuti nel corso dei decenni iconici, rielaborati però parzialmente sotto altra forma. Una forma più architettonica, industriale, insomma urbana. Capace di aprire le porte di un mercato chiave, decisamente appetibile dal punto di vista commerciale, prima d’ora però non proprio presidiato a dovere.

Tre lancette con datario. Con quadrante nero, blu o grigio a motivo soleil. Oppure con quadrante e movimento scheletrati (in edizione limitata a 500 esemplari). Con bracciale o cinturino in caucciù. Questo il ventaglio al momento del lancio del Bell & Ross BR 05.

Un'immagine di profilo consente di apprezzare l'alternanza di finiture della cassa. I cui spigoli lucidi, contrastando con le superfici satinate, ne enfatizzano i volumi dando tridimensionalità.
Un’immagine di profilo consente di apprezzare l’alternanza di finiture della cassa. I cui spigoli lucidi, contrastando con le superfici satinate, ne enfatizzano i volumi dando tridimensionalità.

Per comprendere quanto detto la cosa migliore è però lasciare spazio alle immagini. O, meglio ancora, se possibile, sarebbe ragionare con un Bell & Ross BR 05 in mano. La prima considerazione è d’obbligo sulla cassa. Prima di oggi il brand ha sempre giocato su due tavoli ben distinti. Cassa tonda per la collezione Vintage. Cassa quadrata per quelle catalogate come Instruments ed Experimental, accomunate comunque da un quadrante tondo inserito in una lunetta della medesima forma. Il BR 05 cambia però parzialmente le regole del gioco. Con un paio di sostanziali accorgimenti. Il primo riservato alla carrure, la sezione mediana della cassa, che si presenta in versione maggiormente smussata, ammorbidita negli spigoli, pur mantenendo un’impostazione “di forma”. Il secondo alla lunetta, avvitata, progettata nelle forme di un quadrato se possibile ancor più stondato, addolcito, tanto da configurarsi come un ideale elemento di transizione tra il quadrante e la carrure stessa. Quanto basta insomma per innovare in maniera intelligente e sostanziale, conservando al contempo l’importante atout della riconoscibilità. E poi, in seconda istanza, c’è l’elemento, tutt’altro che secondario, del bracciale.

Indossato, il Bell & Ross BR 05 mostra il suo approccio al polso. Le anse piegate a costituire la prima maglia del bracciale e il diametro di 40 mm vanno a tutto vantaggio della vestibilità.
Indossato, il Bell & Ross BR 05 mostra il suo approccio al polso. Le anse piegate a costituire la prima maglia del bracciale e il diametro di 40 mm vanno a tutto vantaggio della vestibilità.

Potrà sembrare insolito ma Bell & Ross non ha mai cavalcato più di tanto questa soluzione. I suoi modelli di forma quadrata, ispirati alla strumentazione di bordo dei velivoli, hanno infatti sempre finito per essere predisposti ad accogliere un cinturino, in pelle o materiale tecnico che fosse. Mai però un bracciale metallico, adottato giusto di tanto in tanto dai modelli della linea Vintage. Bracciale che è però stato progettato appositamente per il Bell & Ross BR 05 diventandone un elemento qualificante. Una soluzione perfettamente integrata, e di conseguenza esteticamente gradevole, grazie alla forma di una cassa le cui estremità laterali (in corrispondenza delle 12 e delle 6) vanno a costituire la prima maglia del bracciale stesso. Poi destinato a svilupparsi con andamento rastremato (scelta complessa e costosa a livello produttivo) per le successive cinque maglie. Un complemento in grado di dare carattere ad un BR 05 offerto comunque, in alternativa (non è previsto un sistema di intercambiabilità, a sgancio rapido o meno), con un cinturino in caucciù a coste.

Per chi non ritenesse il Bell & Ross BR 05 innovativo a sufficienza il brand ha pensato ad un qualcosa, se possibile, di ancor più inedito: due referenze full gold, in oro rosa 18 carati lucido/satinato. In bella mostra nell’immagine di apertura di questo servizio.

Bozzetti del Bell & Ross BR 05. Il suo design, leggermente riecheggiante gli Anni 70, è curato fin nei più minimi dettagli.
Bozzetti del Bell & Ross BR 05. Il suo design, leggermente riecheggiante gli Anni 70, è curato fin nei più minimi dettagli.