Nel bel mezzo dell’estate 2018 il mondo dell’orologeria svizzera ha aggiunto un nuovo presidio nel quadrilatero della moda meneghino, grazie all’apertura della nuova boutique Vacheron Constantin, in partnership con Pisa Orologeria.

La doppia vetrina della nuova boutique Vacheron Constantin di via Verri 9 a Milano, aperta a partire dal 7 giugno scorso in partnership con Pisa Orologeria.
La doppia vetrina della nuova boutique Vacheron Constantin di via Verri 9 a Milano, aperta a partire dal 7 giugno scorso in partnership con Pisa Orologeria.

Sebbene il vernissage ufficiale riservato agli operatori del settore si sia ritagliato il suo personale spazio sul calendario in data 12 luglio, la notizia, quella con la “n” maiuscola, va fatta risalire però allo scorso 7 giugno. Un giovedì, ricordato dagli amanti della bella orologeria di Milano e non solo, per l’apertura ufficiale della nuova boutique Vacheron Constantin.

Un monobrand che, per location, ha scelto il civico 9 di via Verri, veicolando automaticamente con questa scelta un indizio inconfutabile: la partnership (scontata) con Pisa Orologeria. Realtà che, in quanto a millesimi orologieri, proprio di via Verri detiene idealmente la “quota di maggioranza”, ma che, soprattutto, con la marca ginevrina può permettesi di vantare un rapporto privilegiato risalente agli anni immediatamente successivi al secondo dopoguerra.

Un’immagine del piano terra della nuova boutique Vacheron Constantin in partnership con Pisa Orologeria visto dall'ingresso. Sul lato destro, a sviluppo orizzontale, la teca pensata per custodire alcuni dei modelli storici della maison provenienti dal museo Vacheron Constantin.
Un’immagine del piano terra visto dall'ingresso. Sul lato destro, a sviluppo orizzontale, la teca pensata per custodire alcuni dei modelli storici della maison provenienti dal museo Vacheron Constantin.

La nuova boutique Vacheron Constantin realizzata nel cuore di Milano si estende per circa 100 metri quadrati suddivisi su due piani.

Il concept è nuovo e, c’è da scommetterci, sarà destinato a fare scuola. Perché il negozio dedicato alla vendita di orologi, sia esso monomarca o multimarca, già da tempo si sta inevitabilmente evolvendo.

Non più semplice sede adibita al commercio di un oggetto prezioso, ma sempre più luogo d’incontro ove condividere la propria passione ed entrare maggiormente in contatto con il mondo della marca.

Una visione che ha trovato concretamente forma nella nuova boutique Vacheron Constantin, la quale, al primo piano, sorprende per la totale assenza di orologi esposti.

È qui infatti che l’architetto Filippo Gabbiani di Kokai Studios, colui cioè che ne ha ripensato gli spazi, ha previsto uno spazio esclusivamente conviviale. Dominato da un grande divano di pelle e da un altrettanto imponente bancone a corredo di un autentico American Bar.

Sempre al piano terra, una riservata e accogliente saletta dedicata alle vendite della nuova boutique Vacheron Constantin in partnership con Pisa Orologeria
Sempre al piano terra, una riservata e accogliente saletta dedicata alle vendite.

Per il “salotto” milanese di Vacheron Constantin ospitato da Pisa Orologeria, un’atmosfera calda ed accogliente che unisce sobria eleganza, tradizione e cultura orologiaia.

Un ambiente sicuramente inaspettato, pensato come area riservata ai connoisseur della marca, ma anche come luogo da animare di volta in volta con eventi ed incontri incentrati sul brand della Croce di Malta e che ricorda i “toni” e lo stile della maison, attraverso l’utilizzo di materiali pregiati tra cui legni, marmi, pelle e ottone. Contraltare perfetto di un piano terra in cui, come ci si aspetta da una boutique orologiera, a dominare la scena sono gli strumenti del tempo.

Rappresentati dalle collezioni presenti, naturalmente, ma anche (e questa è un’altra piacevole novità della nuova boutique Vacheron Constantin di Milano) da pezzi provenienti dal museo storico della maison.

Presentati in occasione di particolari anniversari o riedizioni. Retrospettiva inaugurata, proprio in occasione dell’apertura della boutique, dalla “dinasty” degli orologi sportivi di Vacheron Constantin, dall’ultimo Overseas al primo 222.

Al piano terra, tra arredi in legno di noce e marmi italiani Botticino Fiorito, spiccano gli orologi. Contemporanei, suddivisi tra piccole e grandi complicazioni, ma anche storici, grazie a una teca riservata ai pezzi più iconici della maison.

L'area al piano terra, completamente dedicata agli orologi, vista dalla saletta riservata della nuova boutique Vacheron Constantin in partnership con Pisa Orologeria
L'area al piano terra, completamente dedicata agli orologi, vista dalla saletta riservata.

Vacheron Constantin ha sempre trovato in Pisa Orologeria un partner di prestigio in grado di raccontare e trasmettere i valori della marca, grazie al lavoro di Carlo Sarzano, rappresentante per la marca nel dopoguerra, e a quello di Leonardo e Marco Pagani.

Scontato che come partner per la propria boutique milanese Vacheron Constantin abbia scelto allora Pisa Orologeria. Proprio stringendo un rapporto privilegiato con la famiglia Pisa infatti, sin dal secondo dopoguerra, la maison ginevrina ha iniziato a raccogliere proseliti nella Milano che conta. Sempre presente e sempre protagonista nelle aperture che, tra via Verri e via Montenapoleone, si sono succedute negli anni.

Basti citare ad esempio la “dream room” inaugurata nel 2008, unico spazio dedicato a una casa orologiera all’interno del precedente multimarca, o la residenza in via esclusiva a partire dal 2016 nello “spazio satellite” dell’attuale multibrand. Un legame cementato negli anni e giunto oggi, a seguito di un inevitabile e naturale percorso di evoluzione, all’apertura della boutique monobrand.

Boutique Vacheron Constantin in partnership con Pisa Orologeria: immagine del piano superiore che rappresenta sicuramente un'ambiente inusuale per una boutique destinata alla vendita di orologi. Un luogo di incontro per selezionati connoisseur della marca, dominato da un grande divano e da un American Bar.
Il piano superiore (anche nell'immagine di apertura) rappresenta sicuramente un'ambiente inusuale per una boutique destinata alla vendita di orologi. Un luogo di incontro per selezionati connoisseur della marca, dominato da un grande divano e da un American Bar.

Interessante il fatto che, in tempi relativamente recenti, Vacheron Constantin abbia creato proprio con Pisa Orologeria anche delle serie speciali dei propri modelli.

Come la riedizione dell’Historiques American 1921 (12 esemplari, 11 con cifre nere e un numero ogni volta diverso in rosso, e il dodicesimo contraddistinto da cifre tutte in rosso), il Cronografo Overseas Zero Time (in 20 esemplari) e infine uno scheletrato della collezione Métiers d’Art Mécaniques Ajourées (in 2 soli esemplari, con fondo del giro delle ore in bordeaux).