Il nuovo Breitling Top Time Limited Edition strizza un occhio agli anni Sessanta e allo stesso tempo rivolge uno sguardo al futuro grazie alla trasparenza, tracciabilità e commerciabilità offerte dalla tecnologia blockchain.

Breitling Top Time Limited Edition – Ref. A23310121G1X1 – cassa in acciaio di 41 millimetri di diametro e 14,27 millimetri di spessore – quadrante argento “Zorro” – movimento meccanico a carica automatica Calibro Breitling 23 – certificato COSC. Funzioni: ore, minuti, secondi, cronografo. Riserva di carica: circa 48 ore. Cinturino in pelle di nabuk marrone con fibbia ad ardiglione. Impermeabile fino a 3 atmosfere (30 metri). Serie limitata a 2.000 esemplari. Prezzo al pubblico 4.850 euro.

«Gli ap­passionati di Breitling hanno sempre amato il quadran­te del Top Time. Quando uscì, più di 50 anni fa, questo orologio si rivolgeva a un pubblico giovane, desideroso di godere della libertà e dello spirito degli anni ʽ60, e, sorprendentemente, dopo tutto questo tempo, con­tinua ancora oggi a distinguersi. Il Top Time è un mo­dello importante ma trascurato del nostro patrimo­nio storico, e siamo certi che susciterà l’interesse di uomini e donne che amano questo mix di storia, design e grandi prestazioni.» Così Georges Kern, CEO Breitling, nel commentare il lancio del nuovo Breitling Top Time Limited Edition, avvenuto a più di mezzo secolo di distanza dal primissimo Top Time degli anni Sessanta e oggi presentato in una veste che del modello d’epoca conserva intatta l’insolita personalità. Già allora il Top Time si distingueva tra gli altri segnatempo contemporaneamente introdotti sul mercato e descritti da Willy Breitling come «particolarmente adatti alle esigenze dei professionisti giovani e attivi. Stiamo progettando una gamma straordinaria di cronografi ultramoderni, capitanati da un modello completamente nuovo, il Top Time». A differenziarlo, in particolare, lo stile inconfondibile di un quadrante dai forti contrasti prontamente ribattezzato dai collezionisti come “quadrante Zorro”, mentre apparve chiaro, sin da subito, l’intento del modello, il cui aspetto sportivo era rivolto principalmente a una determinata fascia maschile, ma che si fece apprezzare anche dal pubblico femminile per la sua audacia creativa e l’inconsueta eleganza. Un orologio che oggi la Casa ha deciso di rieditare in una versione attualizzata direttamente ispirata all’esemplare degli anni Sessanta per quanto riguarda l’estetica, dotandolo di una tecnica di tutto rispetto e, soprattutto, di una forte connotazione tecnologica digitale!

Il passaporto digitale presentato in collaborazione con Arianee fornisce tutte le informazioni riguardanti l’orologio, tra cui il numero di serie, la proprietà e la cronologia dei servizi offerti.

Breitling Top Time Limited Edition
Il cinturino del Top Time Limited Edition, in perfetto accordo con lo stile rétro del segnatempo, è realizzato in pelle di nabuk marrone, e chiuso da fibbia ad ardiglione in acciaio.

Il Breitling Top Time Limited Edition è il primo modello Breitling ad avvalersi della tecnologia blockchain, che tramite un vero e proprio “passaporto digitale” può confermare l’autenticità e la titolarità del segnatempo. A tutti gli effetti un documento di riconoscimento unico e univoco in grado di fornire la tracciabilità di ciascun orologio di cui riporta i principali dettagli, tra cui il numero di serie, la proprietà e la cronologia dei servizi, come per esempio le eventuali riparazioni, confermandone l’autenticità e la titolarità, a garanzia assoluta del prodotto e a completa tutela degli acquirenti.

Con un solo clic il proprietario può infatti accedere tramite smartphone e in qualsiasi momento al passaporto digitale scansionando la propria carta di garanzia elettronica convalidata per scaricare un portafoglio criptato, o digital wallet, in cui è conservato il passaporto stesso. E quindi tutte le informazioni in esso contenute. Potendo compiere una serie di operazioni tra le quali, per esempio, richiedere un certificato di proprietà unico e inalterabile nel caso in cui si voglia procedere a effettuare il passaggio verso un futuro possessore con una semplice transazione blockchain. E più in generale interagire in maniera individuale e in forma anonima con Breitling per beneficiare dei maggiori servizi del marchio che vanno dal clienteling avanzato a un programma di assistenza rivoluzionario.

La società tecnologica Arianee, consorzio internazionale con sede in Francia, ha fornito il supporto e l’infrastruttura tecnica che consente di effettuare le transazioni secondo un protocollo innovativo e sicuro, mentre Antonio Carriero, Chief Digital & Technology Officer di Breitling, si è occupato di gestire e implementare la nuova tecnologia grazie a una conoscenza ultraventennale del settore IT (Information Technology) e del digitale. Questa esperienza all’avanguardia è solo l’inizio per Breitling, che prevede di estenderla a tutta la gamma a partire dalla fine di quest’anno, e, ove sia possibile, di applicarla anche in forma retroattiva a orologi venduti nel passato.

Breitling Top Time Limited Edition torna in auge con tutta la sua dirompente personalità, ed è difficile immaginare un modo migliore per esprimerla se non grazie a un quadrante unico e originale che non passa inosservato.

Due versioni del Top Time degli anni Sessanta, con il quadrante a mascherina che i collezionisti hanno soprannominato “quadrante Zorro”, e uno più classico a fondo scuro con contatori chiari in contrasto.

Sorprendente il Top Time lo è stato da subito, a partire dalla speciale versione modificata con una grande sovracassa di forma tonneau che nel film funge anche da contatore Geiger indispensabile per rintracciare bombe atomiche trafugate dalla Spectre, consegnata da Q e indossata al polso da Sean Connery nella pellicola Agente 007 – Thunderball (Operazione tuono) del 1965.

Del Breitling contatore Geiger si persero le tracce per anni, fino a quando fu acquistato in un mercato delle pulci per 25 sterline e successivamente messo all’asta da Christie’s il 26 giugno 2013, in una vendita dedicata alla cultura Pop, spuntando ben 103.875 sterline, pari a circa 116.000 euro attuali! E di certo ancora oggi non passa inosservato, soprattutto il quadrante, vero e proprio biglietto da visita di qualunque orologio, che in questo caso specifico assume ancora di più il ruolo di protagonista assoluto e indiscusso. Sul suo fondo argento scorrono le lancette rosse di ore e minuti rivestite internamente di SuperLuminova bianca luminescente, come i punti degli indici orari, questi ultimi applicati a barretta, mentre è completamente rossa quella dei secondi cronografici. Il quadrante è dotato di una scala deci­male e di due contatori, rispettivamente per i piccoli secondi a ore 9 e per i 30 minuti cronografici con esclusivi inserti rossi a ore 3 (era di 45 minuti nell’esemplare originario), ed è caratterizzato da un elemento geometrico di congiunzione di colore nero dalla sagoma simile a una mascherina, che gli è valso l’appellativo di “quadrante Zorro”

Anche la cassa si avvicina molto alla versione degli anni Sessanta, con la sua forma perfettamente circolare, una lunetta fine e lunghe anse affusolate di raccordo al cinturino che rievocano quelle del modello d’epoca, mentre differiscono lievemente sia la corona, zigrinata, che originariamente aveva una sagoma a cipolla, sia i pulsanti cronografici, cilindrici nell’orologio attuale, di forma rettangolare nel precedente. Anche se in alcune versioni con quadrante scuro e contatori chiari, corona e pulsanti erano esattamente uguali a quelli odierni.
Di dimensioni pari a 41 millimetri di diametro e 14,27 millimetri di spessore, e con impermeabilità garantita fino a 3 atmosfere (30 metri), la cassa ospita il Calibro Breitling 23, un movimento cronografico meccanico a carica automatica con riserva di carica di circa 48 ore e certificato di cronometro rilasciato dal COSC. Tra le sue caratteristiche un diametro di 30 millimetri e uno spessore di 7,9 millimetri, massa oscillante con cuscinetto a sfere unidirezionale, frequenza pari a 28.800 alternanze/ora (4 Hertz).

A completare il tutto un cinturino in pelle di nabuk marrone, con fibbia ad ardiglione, perfettamente in linea con lo stile rétro rivisitato del segnatempo. Prodotto in serie limitata a 2.000 esemplari l’orologio ha avuto il suo lancio sul canale e-commerce di Breitling, ma è ora disponibile, su richiesta, nella rete di vendita globale del marchio.

Sono stati realizzati solo 2.000 esemplari per tutto il mondo, che sul fondocassa riportano l’incisione «ONE OF 2000». Un’opportunità da non perdere per gli estimatori e i collezionisti Breitling.

Sportività dinamica ed eleganza che richiama alla tradizione per un orologio non convenzionale rivisitato in chiave moderna.

Se sei appassionato del cronografo, non perdere l’articolo sull’orologio Audemars Piguet Royal Oak Chronograph