L’orologio Cape Cod di Hermès festeggia 25 anni. Tanti nuovi modelli e una conferma: lo stile è anche una questione di libertà e fantasia.

cape-cod-di-hermes-foto-1-serti_new_setting_joel_von_allmen

Un quarto di secolo per un orologio è un passo importante, ancora di più se in quei venticinque anni il suo design è giunto a rappresentare uno stile a sé. Cape Cod non è solo un’ icona, ma l’immagine di quanto la libertà creativa,  l’approccio fantasioso e leggero, uniti a valori di eccellenza siano una scelta vincente.

Nato in casa Hermès, una delle maison di lusso che si è votata con successo al mondo dell’alta orologeria, il segnatempo Cape Cod nasce dall’idea di un uomo il cui nome è entrato a pieno diritto nella storia della Maison: Henri d’Origny.

Sua la moltitudine infinita di disegni declinata sull’eterea seta dei più bei Carrés de Hermès negli ultimi 50 anni e sua l’intuizione di racchiudere in un orologio rettangolare, con un quadrato interno, i codici del brand ed un tocco di leggerezza in più. Artigianalità, alta qualità, il caratteristico stile elegante, ma nel contempo discreto, sono così combinati ad un guizzo di freschezza e fantasia che rompono gli schemi del formalismo. Il risultato è un design che resta contemporaneo.

cape-cod-di-hermes-foto-2-lapislazuli_joel_von_allmen

Orologio Cape Cod - Cassa in acciaio 29 × 29 mm - incastonata con 42 diamanti (0,75ct) Quadrante in lapislazzuli – Cinturino intercambiabile doppio giro in alligatore liscio blu zaffiro

L’origine del Cape Cod racchiude anche un’allure romantica, il suo nome evoca una delle più rinomate località di villeggiatura nel Massachusetts, un buen retiro in stile preppy dove la moglie di Henri d’Origny amava trascorrere le vacanze in gioventù.

Quelle stesse atmosfere marine, quelle distese di sabbia battute dal vento hanno ispirato il designer anche nel progetto della caratteristica maglia del bracciale Chaîne d’ancre. E’ stato proprio il motivo “ad ancora” di quei gioielli, plasmato dalla mano di Henri d’Origny, a declinarsi nuovamente nel 1991 nel segnatempo.

cape-cod-di-hermes-foto-a-cc_gm_onyx_black_alligator

Orologio Cape Cod - Cassa in acciaio 29 × 29 mm - incastonata con 42 diamanti (0,75ct) Quadrante in onice - Cinturino intercambiabile doppio giro in alligatore liscio nero

Nel 1998 una nuova tappa consacra l’orologio Cape Cod di Hermès al grande pubblico. L’idea arriva da Martin Margiela, allora direttore creativo della linea prêt-à-porter femminile della Maison.

Sulla passerella le modelle sfilano indossando il modello con un nuovo cinturino a doppio giro, il “ Double Tour”. Questione di stile: l’universo della moda applaude, quell’orologeria assiste alla consacrazione di una nuova icona.

Per festeggiare il suo anniversario, oggi la collezione si arricchisce di nuove creazioni: i quadranti scelgono pietre come onice, lapislazzuli o la madreperla, impreziosita dai diamanti. I cinturini intercambiabili, singolo e doppio giro, interamente realizzati a mano, hanno colori vitamici ed intensi: blu elettrico, rosso pomodoro, iris, nasturzio, verde Veronese, ultravioletto.

Piccole opere d’arte, i cinturini Hermès esprimono tutta la tradizione e la storia della casa parigina. Nascono in uno speciale atelier di pelletteria inaugurato nel 2006 e appositamente dedicato alla loro fabbricazione. La qualità delle pelli, il vitello, lo struzzo, l’alligatore, la capra, è la stessa utilizzata per realizzare le borse e le selle. La gamma richiede sempre l’utilizzo di varietà note per la loro robustezza, come il Barénia, o per la grana, come l’Epsom, e di colori raffinati, come il rosso H. E’ qui che il talento degli artigiani rivive in ogni piccolo gesto e esprime attraverso il “saper fare” un’arte secolare di immenso fascino.