Nel corso del 2016 le celebrazioni per i 225 anni del marchio hanno offerto il pretesto per riproporre, seppur in edizione limitata, un modello che ha fatto epoca: il Laureato. Oggi, dopo un test superato a pieni voti grazie a un gradimento di pubblico più che scontato, Girard-Perregaux completa l’operazione rilancio in grande stile. Con l’introduzione di 36 referenze.

Girard-Perregaux – Laureato 42 mm – movimento meccanico a carica automatica Calibro GP01800-0008 di manifattura – riserva di carica di 54 ore – cassa da 42 mm in acciaio (disponibile anche in titanio e oro rosa) – impermeabile fino a 10 atmosfere – cinturino in alligatore.
Girard-Perregaux – Laureato 42 mm – movimento meccanico a carica automatica Calibro GP01800-0008 di manifattura – riserva di carica di 54 ore – cassa da 42 mm in acciaio (disponibile anche in titanio e oro rosa) – impermeabile fino a 10 atmosfere – cinturino in alligatore.

L’importanza dei miti si misura spesso in base al numero di leggende che nascono su di essi.

Che abbiano poi un fondamento di verità oppure no questo poco importa, perché con il loro potere persuasivo contribuiscono a scriverne la storia avvolgendoli in un’aura di mistero che, nel tempo, diviene parte integrante della loro immagine. Così, dal 1975 in poi, è stato anche per un orologio.

Il Laureato di Girard-Perregaux, un modello di riferimento in cui tutto, dall’origine del nome fino alla paternità del suo progetto, ha sempre lasciato aperte le porte alla libera interpretazione così come alle congetture.
Rendendo se possibile ancora più intrigante e desiderato un oggetto che ha fatto, e che farà ancora, la storia del brand di La Chaux-de-Fonds.

Il rilancio del Laureato non è un’operazione frutto del caso. È parte di una complessa ristrutturazione del marchio, iniziata nel 2015 con l’acquisizione di Girard-Perregaux da parte della holding del lusso Kering e con l’arrivo al vertice di Antonio Calce.

Girard-Perregaux – Laureato 38 mm – movimento meccanico a carica automatica Calibro GP03300-0130 di manifattura – riserva di carica di 46 ore – cassa da 38 mm in acciaio (disponibile anche in oro rosa) – impermeabile fino a 10 atmosfere – bracciale in acciaio.
Girard-Perregaux – Laureato 38 mm – movimento meccanico a carica automatica Calibro GP03300-0130 di manifattura – riserva di carica di 46 ore – cassa da 38 mm in acciaio (disponibile anche in oro rosa) – impermeabile fino a 10 atmosfere – bracciale in acciaio.

La strada è parsa chiara sin dall’inizio. Servivano nuove referenze, un modello forte (possibilmente riconoscibile e carico di storia), prodotti in acciaio e un posizionamento prezzo competitivo pur nel totale rispetto della storica qualità del marchio. Inevitabile quindi che l’attenzione sia subito caduta sul Laureato, modello divenuto quest’anno a tutti gli effetti uno dei cinque pilastri fondamentali del marchio orologiero svizzero. Un’icona nata a metà Anni 70 con movimento al quarzo e oggi al centro di un’estesa famiglia di prodotti intelligentemente strutturata per coprire un’ampia fascia di mercato. Grazie a differenti materiali costruttivi, come acciaio, titanio, oro rosa e oro bianco. A dimensionamenti da 34, 38, 42 fino a 45 mm. E a un nutrito ventaglio di movimenti, che partono dal quarzo, proprio come un tempo, per articolarsi poi in soluzioni a carica automatica via via sempre più complesse fino a toccare l’apice nelle versioni scheletrato e tourbillon.

Il cuore del Laureato 38 mm: il calibro GP03300. Un movimento automatico di manifattura con funzione ore, minuti, secondi centrali e data del diametro di 25,6 mm e dallo spessore di 3,36 mm. Affidabile e preciso a livello tecnico, elaborato e curato sul fronte estetico. Con i ponti e la platina esaltati dalle decorazioni a Côtes de Genève, circular graining e anglage.
Il cuore del Laureato 38 mm: il calibro GP03300. Un movimento automatico di manifattura con funzione ore, minuti, secondi centrali e data del diametro di 25,6 mm e dallo spessore di 3,36 mm. Affidabile e preciso a livello tecnico, elaborato e curato sul fronte estetico. Con i ponti e la platina esaltati dalle decorazioni a Côtes de Genève, circular graining e anglage.

Mettendo per un attimo da parte i due estremi, ovvero un 34 mm destinato esclusivamente a un pubblico femminile e un 45 mm tourbillon diritto esclusivo dei più fini conoscitori della materia, ecco che la vera essenza del nuovo Laureato emerge nelle versioni da 38 e 42 mm. Quelle cioè, per naturale predisposizione, destinate a fare i grandi volumi. Il primo, proposto in 12 varianti (acciaio, oro rosa, con bracciale o cinturino in alligatore), tecnicamente unisex grazie alla misura trasversale della cassa ma anche a due versioni che contemplano anche una lunetta incastonata con 56 diamanti taglio brillante. Il secondo, in 8 referenze (acciaio, titanio/oro rosa, anche qui presentato con cinturino o bracciale), a vocazione maschile. Entrambi mossi da movimenti a carica automatica e, per i modelli con cinturino in pelle di alligatore, accompagnati da una soluzione aggiuntiva in caucciù.

Durante gli Anni 70 si è assistito alla nascita di alcune tra le pietre miliari dell’orologeria moderna. Modelli dal design architetturale, dalla vocazione sportiva e dai materiali per l’epoca inusuali come l’acciaio. Tra questi il Laureato di Girard-Perregaux.

Girard-Perregaux-Laureato-orologio-bozzetto-studio-design
Apparentemente semplice eppure articolato per via di un'incontro di forme morbide e spigolose che danno origine al suo iconico design. Il nuovo Laureato è stato al centro di un attento lavoro di ristilizzazione dal quale è nata un'evoluzione in linea con i codici estetici della sua tradizione.

Gli stilemi sono lì a dichiararne il carattere e la forza.

La lunetta ottagonale satinata che si poggia su un disco lucido e che racchiude un quadrante tondo, la cassa sottile, spazzolata orizzontalmente per creare il giusto contrasto visivo con la carrure, gli spigoli levigati e lucidati. Il bracciale integrato e rastremato, opera dell’ingegno che concede il giusto spazio all’estetica grazie a un’ossatura centrale in metallo lucidato. E infine il quadrante, che del Laureato di Girard-Perregaux è al tempo stesso una firma e un punto di forza. Complesso da realizzare perché contraddistinto da un motivo “Clous de Paris”. Una piccola opera d’arte che prende vita da dischi di ottone, intagliati, lavorati, tinti mediante bagno galvanico e poi incisi e rifiniti prima di accogliere gli indici applicati a mano.

Il Laureato è un orologio dal gusto contemporaneo e dalla grande attenzione per i dettagli. Innovativo sul fronte del design, oggi proprio come 40 anni fa. E per questo perfettamente a suo agio in ogni epoca e in ogni contesto.

Girard-Perregaux-Laureato-L'ultima fase dalla lavorazione del quadrante che andrà a costituire uno dei punti di forza del Laureato di Girard-Perregaux: l'applicazione a mano degli indici. Un'operazione delicata, ma destinata a fare la differenza.
L'ultima fase dalla lavorazione del quadrante che andrà a costituire uno dei punti di forza del Laureato di Girard-Perregaux: l'applicazione a mano degli indici. Un'operazione delicata, ma destinata a fare la differenza.

Una linea completa ed estremamente articolata concepita partendo da un unico progetto. Vincente. Anche qui, così come per la scelta dell’acciaio, Girard-Perregaux svela le sue carte e dimostra come l’alta orologeria, anche in anni di mercato complessi, sappia trovare sempre nuove risorse ed intuizioni per proporre offerte interessanti e suggestive. Come il Laureato, un predestinato. Modello sicuramente destinato ad aprirsi nel prossimo futuro a ulteriori variazioni sul tema così come a piccole/grandi complicazioni, sempre in linea con la sua filosofia e il suo heritage.

  • In acciaio o in titanio e oro rosa, con bracciale o cinturino in alligatore. E quadrante in tre varianti di colore. Il Laureato 42 mm è disponibile in 8 referenze.
  • La versione con bracciale a maglie alternate lucide/satinate esprime alla perfezione il Dna del Laureato di Girard-Perregaux. Quello di un orologio sportivo che non rinuncia all’eleganza.
  • Il Laureato 42 mm è l’unico (insieme alla più esclusiva versione con tourbillon) disponibile in configurazione titanio e oro rosa. Abbinamento che caratterizza anche il bracciale, alternativa più preziosa al cinturino nero in pelle di alligatore con buckle in titanio.