Imprese militari, spedizioni scientifiche, esplorazioni. Tra gli Anni 20 e 30 del Novecento, temerari avventurieri vincono sfide apparentemente impossibili anche grazie all’accuratezza di orologi Minerva, modelli ai quali si ispira oggi il 1858 Monopusher Chronograph.

Montblanc 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100 – cassa in acciaio pregiato a finitura lucida e satinata da 40 mm – impermeabile a 10 atmosfere – cinturino in pelle di alligatore – fondello in vetro zaffiro – quadrante fumé – movimento meccanico a carica manuale, cronografo monopulsante, autonomia di circa 55 ore – edizione limitata a 100 esemplari.
Montblanc – 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100 – cassa in acciaio pregiato a finitura lucida e satinata da 40 mm – impermeabile a 10 atmosfere – cinturino in pelle di alligatore – fondello in vetro zaffiro – quadrante fumé – movimento meccanico a carica manuale, cronografo monopulsante, autonomia di circa 55 ore – edizione limitata a 100 esemplari.

Potrà sembrare una frivolezza ma, di primo acchito, il Montblanc 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100 attira l’attenzione principalmente per il suo colore: verde.

Inusuale, specie nel mondo dell’orologeria, in cui storicamente questa tinta non ha mai incontrato i favori del pubblico. Poi però (e questo è il bello), una volta catturato l’interesse dell’interlocutore, il modello finisce inevitabilmente per conquistare con credenziali di ben altro peso specifico.

Prima fra tutte la sua peculiare specificità di cronografo monopulsante, soluzione di sicuro fascino, a maggior ragione in tempi moderni, che non a caso è un tributo ai primi cronografi dotati di tale accorgimento prodotti dalla manifattura Minerva durante gli Anni 20 del secolo scorso. 

Nel Montblanc 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100 l’anima della manifattura di orologi di lusso Minerva si fonde con quella della maison teutonica nota per i suoi strumenti da scrittura. Il cinturino, in alligatore verde, è infatti rigorosamente realizzato dalla Pelletteria Montblanc di Firenze.

Montblanc 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100 – cassa in acciaio pregiato a finitura lucida e satinata da 40 mm – impermeabile a 10 atmosfere – cinturino in pelle di alligatore – fondello in vetro zaffiro – quadrante fumé – movimento meccanico a carica manuale, cronografo monopulsante, autonomia di circa 55 ore – edizione limitata a 100 esemplari.
Uno sguardo sul Calibro MB M13.21, la cui platina in argento tedesco rodiato è decorata a motivo grainé circolare. Si noti il ponte del cronografo dalla caratteristica forma a “V” così come la freccia Minerva, lavorata a mano.

In poco meno di un secolo, dal punto di vista tecnico, poco o nulla è cambiato nel mondo dell’orologeria.

Nel 1920 a fare la differenza era toccato al calibro 13.20 (identificativo del diametro, 13 linee, e dell’anno di lancio, il 1920 appunto), carica manuale con ruota a colonne e innesto orizzontale dalle ridotte dimensioni, perfetto quindi per andare ad equipaggiare un orologio dal polso, soluzione estremamente pratica per gli ardimentosi eroi dell’epoca. Oggi, a dare il suo contributo all’orologio Montblanc 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100, è invece il Calibro MB M13.21.  Una sorta di alter ego moderno ma specchio fedele della tradizione. Sempre a carica manuale, con innesto orizzontale e ruota a colonne, accomunato anche dalla frequenza di oscillazione di 18.000 alternanze ora.

A cambiare, inevitabilmente, è stata invece la storia.  Che in tempi recenti ha portato proprio la manifattura Minerva, dopo varie vicissitudini, ad entrare nell’orbita Montblanc in seguito alla sua acquisizione nel 2006 da parte del Gruppo Richemont.

“Operazione” che ha consentito il salvataggio di un patrimonio storico/orologiero di inestimabile importanza, preservato e valorizzato in questo ultimo decennio anche grazie alla riedizione di collezioni di indiscusso appeal. Come la 1858, appunto, che quest’anno in particolare rende omaggio con le sue novità (sei referenze comprensive di un modello da tasca) anche ai 160 anni della stessa Minerva. Modelli dal carattere vintage, proprio come il Montblanc 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100, con quadrante bicompax verde fumé, vetro bombato, scala tachimetrica e logo storico della maison.

Il movimento carica manuale cuore del Montblanc 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100. Misura 29,5 mm di diametro, 6,4 di spessore, conta 239 componenti e 55 rubini. Il generoso bilanciere a vite ha un diametro di 11,4 mm.
Il movimento carica manuale cuore del Montblanc 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100. Misura 29,5 mm di diametro, 6,4 di spessore, conta 239 componenti e 55 rubini. Il generoso bilanciere a vite ha un diametro di 11,4 mm.

Ognuno dei 100 esemplari del Montblanc 1858 Monopusher Chronograph Limited Edition 100 è sottoposto al test delle 500 ore. Un rigido programma mirato a garantire che l’orologio soddisfi gli alti standard qualitativi della marca.

Un'immagine della manifattura Montblanc di Villeret, oggi proprio laddove risiedeva un tempo la storica sede di Minerva. Uno dei due poli produttivi di una marca che può contare anche sull'importante e altrettanto storico presidio di Le Locle.
Un'immagine della manifattura Montblanc di Villeret, oggi proprio laddove risiedeva un tempo la storica sede di Minerva. Uno dei due poli produttivi di una marca che può contare anche sull'importante e altrettanto storico presidio di Le Locle.