Omega festeggia 25 anni del Seamaster Diver 300M. E lo fa in grande stile. Con un calibro Master Chronometer ed un design aggiornato perfetto per il gentleman contemporaneo. Un orologio leggendario come l’ultimo 007 che lo porta al polso.

Omega – Seamaster Diver 300M – Disponibile in 14 nuovi modelli, 6 versioni in acciaio inossidabile e 8 in un mix di acciaio e oro. Movimento: Calibro Omega 8800 a carica automatica dotato di scappamento Co-Axial, 3 livelli. Certificato Master Chronometer approvato dal METAS, resistente a campi magnetici fino a 15.000 Gauss. Bilanciere a spirale libera (senza racchetta) con spirale in silicio “Si14”, meccanismo di carica automatica bidirezionale. Nivachoc –  Frequenza: 25,200 A/h (3.5 Hz) – Finitura rodiata con esclusivo motivo “Côtes de Genève” arabescato. Riserva di carica: 55 ore. Impermeabilità 30 bar (300 metri).

Nel mondo del lusso siamo ormai abituati a vedere gli ambasciatori dello star system accompagnare con il loro volto l’evoluzione di un prodotto nel tempo. L’orologeria ha adottato questa strategia di comunicazione verso metà anni ’90, quando sportivi, attori e grandi dive hanno cominciato a introdurre la precisione delle Manifatture svizzere in un territorio sicuramente più glamour. Un rapporto che spesso nasce sulla base di vere e proprie affinità elettive, germogliando attraverso una comune filosofia di intenti e una condivisione di qualità.

Come l’amicizia tra il Seamaster Diver 300M e il personaggio di Ian Fleming, 007, iniziata nel 1995 al polso di Pierce Brosnam nel film “Golden Eye” e presente ai nostri giorni su quello di Daniel Craig.

Tanto che l’orologio subacqueo di Omega, ormai soprannominato il Bond Watch, per festeggiare il suo primo quarto di secolo si è svelato in una nuova edizione: 14 modelli (di cui 6 in acciaio e 8 in un mix di oro e acciaio) che racchiudono conquiste tecniche sensazionali al pari degli strumenti avveniristici consegnati a James Bond dal mitico Q per le sue missioni impossibili. Ma se lo sguardo di ghiaccio di Daniel Craig, pronto ad interpretare per la quinta volta l’agente segreto più famoso al mondo, ci tiene col fiato sospeso in una dimensione cinematografica di pura fantasia, il nuovo Seamaster Diver 300M con i suoi 42 mm di diametro (uno in più rispetto alle edizioni del passato) è tutta concretezza, risultato di un eccellente lavoro prestando fede allo spirito dell’antenato d’origine e frutto di una evoluzione tecnologica davvero impressionante. In poche parole un testimone del percorso intrapreso da Omega nel campo dell’innovazione della meccanica orologiera, sviluppato lungo un periodo relativamente breve, 25 anni, ma costruito su traguardi assolutamente tangibili (dallo scappamento Co-Axial, al Master Chronometer e al brevetto Ceragold).

L’Omega Seamaster Professional Diver 300M si distingue fin dal suo lancio nell’eccellenza sportiva. Nel 1993 è al polso del francese Roland Specker che stabilisce il record mondiale di free dive nel lago di Neuchâtel a una profondità di 80 metri con un tempo di immersione di 2 minuti e 33 secondi. Una sfida intensa perché vinta nell’acqua dolce con condizioni più difficili ( oscurità maggiore e temperatura inferiore) rispetto alle profondità marine. Due anni più tardi l’orologio accompagna il team New Zealand nella leggendaria  vittoria dell’America’s Cup e dal 2000 Sir Peter Blake sceglie il Diver 300 M nelle spedizioni scientifiche della sua fondazione Blakexpeditions.

Seamaster Diver 300M – Le tappe della sua storia fino alla Certificazione Master Chronometer di Omega.

Il primo modello del Seamaster Diver 300M Professional emerge sul mercato nel 1993. Sono gli anni in cui le grandi marche svizzere si stanno riposizionando sull’offerta di alta gamma grazie alla certificazione dei propri calibri. La parola d’ordine per Omega diventa “innovazione”. I primi esemplari dell’orologio subacqueo scendono in campo dotati di due calibri, uno è il movimento meccanico 1109, l’altro al quarzo. Nel 1996 Omega effettua la prima evoluzione presentando il calibro 1120. Nel contempo, l’allora Presidente di Swatch Group, Nicolas G. Hayek intuisce nello scappamento co-assiale, frutto della collaborazione con il maestro orologiaio George Daniels, un’incredibile potenzialità per il futuro dell’orologeria che avrà bisogno di 8 anni di lavoro per essere adattata alla produzione seriale dei segnatempo ed introdotta da Omega nel 1999. A qualche anno di distanza, nel 2006, anche il Seamaster Diver 300M  viene animato da un nuovo calibro con Scappamento Co-Axial, il 2500.

Il Calibro 2500 che animava l'Omega Seamaster Diver 300M nel 2006. Lo Scappamento Coassiale migliorò la qualità dei movimenti meccanici riducendo al minimo gli attriti tra le componenti del calibro ed evitando così l’utilizzo di lubrificanti.
OMEGA – Il Calibro 2500 che animava il Seamaster Diver 300M nel 2006. Lo Scappamento Coassiale migliorò la qualità dei movimenti meccanici riducendo al minimo gli attriti tra le componenti del calibro ed evitando così l’utilizzo di  lubrificanti.

Ma la missione del marchio di Bienne verso l’innovazione tecnologica si è spinta ulteriormente verso i confini della ricerca presentando nel 2015 la Certificazione Master Chronometer. Un vera conquista che presenta livelli di standard molto superiori a quelli ai quali eravamo abituati. Un’eccellenza in termini di precisione, prestazioni e resistenza ai campi magnetici di ben 15’000 Gauss, in grado di garantire l’affidabilità del segnatempo che nel nostro quotidiano può essere messa in discussione dalle onde prodotte dai dispositivi elettronici. Un’esigenza quindi per una società globalizzata e sempre più connessa. Il problema del magnetismo, che si presenta anche in condizioni di immersioni subacquee, è risolto nei nuovi modelli Seamaster Diver 300 M con l’introduzione del calibro 8800 Master Chronometer, costruito con materiali non ferrosi e garantito dalla certificazione del METAS Swiss Institute Of Metrology.

OMEGA – IL Calibro 8800 Master Chronometer realizzato nel 2016 e montato oggi nella nuova collezione del SEAMASTER DIVER 300M. Il calibro ed l’orologio sono certificati dal METAS, l’Istituto Federale Svizzero di Metrologia. La certificazione viene approvata solo al termine di un periodo di 10 giorni durante il quale sono eseguiti 8 test specifici per verificare impermeabilità, precisione e resistenza ai campi magnetici di 15.000 Gauss, assicurando che ogni orologio superi di gran lunga gli standard del settore. Il calibro è visibile dal fondello del segnatempo in vetro zaffiro.

Il volto del nuovo Omega Seamaster Diver 300M: design aggiornato per una versatilità più contemporanea.

Ogni orologio subacqueo deve garantire tutta una serie di prestazioni indispensabili a chi si immerge nelle avventure sottomarine, pericolose se vissute con un compagno non affidabile. Specie durante la fase di decompressione che può causare lo scoppio del vetro o del fondello. Un pericolo a cui, fin dalla sua origine, il Diver di Omega ha ovviato grazie ad una speciale valvola di scappamento dell’elio posta a ore 10 permettendo la fuori uscita del gas. Nei nuovi modelli la valvola, che ha acquisito una forma conica, presenta un ulteriore up grade. Nel caso in cui inavvertitamente il sub la lasci aperta, l’impermeabilità dell’orologio sarà garantita comunque fino a 5 bar. L’habillage del segnatempo risulta inoltre aggiornato nel suo design in numerosi particolari. Per ampliare le leggibilità, essenziale per un sub nelle buie profondità, tutti gli indici sono stati rialzati e riempiti di Super-LumiNova mentre la finestrella del datario spostata a ore 6 per ottenere una visualizzazione ancora più bilanciata. Sul quadrante, in ceramica lucida nelle varianti in nero e blu o in PDV spazzolato e cromato, ritorna il celebre motivo ad onda del modello originario, inciso oggi al laser, con una resa molto più precisa. La ghiera girevole con scala d’immersione è stata completamente rinnovata ed a seconda dei modelli è in smalto bianco o in Ceragold, un materiale prezioso, non solo perché nato dall’unione della ceramica con l’oro 18K, ma perché è il risultato di anni di studio e perfezionamento di una tecnologia estremamente avanzata. Raro ed in più ultra resistente perché gli anelli in ceramica, prima di essere sottoposti per 48 ore al bagno elettrolitico di doratura, acquistano una resistenza sei volte maggiore dell’acciaio inossidabile, grazie ad un trattamento termico a 1400 gradi.

Il mix delle finiture lucide e la ricercatezza di esecuzione di ogni minimo dettaglio avvicinano il volto del nuovo Seamaster Diver 300M a quella fascia dell’universo maschile che apprezza non solo lo sport più estremo, ma anche l’eleganza. In linea con le esigenze del gentleman contemporaneo che oggi richiede sempre di più al proprio segnatempo una completa versatilità. In una parola: la perfetta armonia tra tecnologia ed estetica.

Omega – Seamaster Diver 300M – Ref. 210.22.42.20.01.001 – 210.30.42.20.01.001 – 210.32.42.20.06.001- 210.30.42.20.03.001. L’orologio è disponibile nelle varianti con cinturino integrato in gomma nero o blu oppure con bracciale in metallo rivisitato nel suo design per risultare più ergonomico ed integrato alla cassa. L’entry price della collezione per il modello in acciaio con cinturino in caucciù è di  4.500€. Dal 02 Novembre scorso è entrata in vigore la nuova garanzia Omega di 5 anni, applicata a tutti gli orologi del brand acquistati dal 01 Luglio 2018.