Lo charme e l’eleganza di Chanel quale migliore orologio gioiello da donna per l’edizione 2016 del GPHG.

Sarà proprio vero che i diamanti sono i migliori amici delle donne? Senza voler oscurare l’egemonia della pietra preziosa più misteriosa e affascinante che la natura ci ha donato, pare che quest’anno sia il granato carminio ad illuminare il podio in un universo dove gioielleria e orologeria si tengono per mano.

È successo così al Grand Prix d’Horlogerie de Genève (GPHG) il 10 novembre scorso, quando il modello Les Éternelles De Chanel – Signature Grenat ha vinto l’edizione 2016 come migliore orologio gioiello dell’anno.

Al centro di questo opera d’arte trapuntata di diamanti e zaffiri arancio, il protagonista è un  granato carminio taglio coussin, di 39.9 carati, che si apre delicatamente a rivelare il quadrante del segnatempo.

Orologio gioiello LES ÉTERNELLES DE CHANEL – Signature Grenat
Oro bianco 18 carati impreziosito da un granato taglio cuscino di 39.9 carati, 91 zaffiri gialli taglio brillante (2.5 carati), 79 zaffiri arancioni taglio fancy (30.4 carati), 87 granati spessartite taglio brillante (2.5 carati) e 1171 diamanti taglio brillante (78.9 carati). Movimento al quarzo ad alta precisione. Pezzo unico

Pietra dalla remota tradizione, il “granatus” compare già nei gioielli degli antichi egizi e della civiltà greca e romana e nel corso dei secoli ha rappresentato speciali  virtù.  I crociati per esempio lo usavano per decorare le loro armature, credendo così di acquistare più coraggio in battaglia. Innumerevoli le colorazioni che possiamo trovare in natura: dal viola al rosa, dall’arancione al giallo, dal verde al marrone, dal nero all’incolore. Fino ai rarissimi granati blu scoperti recentemente, che presentano talvolta il fenomeno “Color change”: blu alla luce del giorno, porpora sotto luce incandescente, come l’alessandrite.

Nell’orologio gioiello Les Éternelles De Chanel – Signature Grenat, l’atelier per le creazioni di Alta gioielleria della Maison ha scelto di inserire il  granato, di una viva e calda tonalità,  in un gioco di linee e forme che creano uno dei motivi iconici della casa parigina, il matelassé.

Diamanti e zaffiri si incontrano così in un gioco di specchi e disegni geometrici, dove tutto evoca lo spirito di Chanel Couture.

Dal 1987, quando fu presentato al pubblico il primo orologio gioiello del brand, il mitico Première, ogni segnatempo firmato Chanel ha sempre fedelmente custodito i canoni e i codici estetici tanto cari a Mademoiselle Gabrielle.

Il matelassé ne è l’emblema per eccellenza, ispirato agli abiti da lavoro dei giovani nelle scuderie e all’universo equestre, che Coco amava frequentare. In un mondo che scopriva la libertà femminile, emancipata verso una nuova e più confortevole praticità, il motivo matellassé, indeformabile grazie a quelle particolari cuciture intrecciate, regalava il giusto volume ad ogni sorta di tessuto.

L’orologio gioiello Les Éternelles De Chanel – Signature Grenat possiede la stessa perfezione di volume.

Confortevole e flessibile quando indossato al polso, sebbene ultra prezioso, questo orologio gioiello diventa così, con la vittoria al GPHG, il simbolo della  collezione.  Concepita come una capsule collection  ampliatasi nel corso degli anni, ma soprattutto dedicata alla grande creatività e al savoir-faire dell’alta gioielleria.

orologi gioiello chanel - Nicolas Beau - Watch Director

Nicolas Beau (International Watch Director of Chanel, winner of the Jewellery Watch Prize 2016)