È scattato il conto alla rovescia per uno degli eventi più importanti dell’anno il SIHH 2017.

Lunedi 16 gennaio, a Ginevra, il Salone dell’Alta Orologeria aprirà le porte della sua 27°edizione.

Tante le novità, a partire dall’apertura al pubblico, venerdì 20 gennaio, che segna una nuova tappa nella storia del Salone. Finora concepito come un salotto privato per i professionisti di vendita al dettaglio e dei media, il SIHH sarà visitabile da tutti gli amanti della bella orologeria durante l’ultimo giorno della manifestazione. Quest’anno vede un grande ritorno, quello di Girard Perregaux, fresco delle celebrazioni per il 225 ° anniversario dalla fondazione e la nuova entrata di Ulysse Nardin. A latere il Carré des Horlogers propone 13 espositori dei quali 5  rappresentanti della “nuova orologeria” in più rispetto all’anno scorso.

sihh-2017-salone-internazionale-alta-orologeria-ginevra-the-exibitors-foto-01

In cifre la 27° Edizione del SIHH presenterà a 1200 testate giornalistiche selezionate, italiane ed internazionali, tra cui The Ducker Magazine.

Le novità e le tendenze del 2017 in una esposizione di 45’000 metri quadri dedicati a 17 Maison ed a 13 artigiani creativi indipendenti, un equilibrio in perfetta armonia con il mondo attuale dell’alta orologeria.

sihh-2017-salone-internazionale-alta-orologeria-ginevra-the-exibitors-foto-02

Sin dalla sua istituzione nel 1991, il SIHH si è inscritto nel cuore pulsante del mercato globale dell’orologeria, divenendo nel corso degli anni, un luogo di incontro unico e privilegiato,  punto di riferimento per tutti gli operatori di settore, collezionisti ed appassionati.

Organizzato dalla FHH, la Fondation de la Haute Horlogerie sotto l’egida del Comitato Espositori che ne garantisce l’autonomia e ne preserva la vocazione alla qualità e alla eccellenza, conduce da sempre una politica di conservazione del patrimonio orologiero e la promozione del più alto savoir faire in termini di tecnologia.

Il concetto stesso di Alta Orologeria è una nozione spesso difficile da comprendere. Come accade con termini come Haute Couture o Alta Cucina, può capitare di incorrere in errori comprendendo in questo universo delle realtà che non possiedono le corrette peculiarità e i canoni alla base dello stesso.  Definire esattamente quali siano i criteri e le caratteristiche imprescindibili di questo ristretto universo di eccellenza è uno degli obbiettivi della Fondation de la Haute Horlogerie  che per maggiore trasparenza e veridicità ha pubblicato pochi mesi fa il “Le Livre Blanc de la Haute Horlogerie” frutto di un immenso progetto di studio e valutazione durato tre anni.

SIHH-2017-FOTO-16-LE-LIVRE-BLANC-FHH

Il lavoro, curato da un Consiglio Culturale, composto da 46 esperti indipendenti, internazionali ed assolutamente obbiettivi, sarà ripetuto ogni due o tre anni, per definire attentamente l’evoluzione del settore e del prodotto finale di Alta Gamma.

Per circoscrivere esattamente cosa sia l’Alta Orologeria e nello specifico la tipologia degli operatori che ne fanno parte, la FHH negli ultimi tre anni ha valutato con attenzione e imparzialità un totale di 86 brand.

Sono state definite 7 aree di competenza (Ricerca e Sviluppo e Produzione, Stile e Design, Storia/DNA, Distribuzione e Servizio Post-Vendita, Collezionisti, Immagine di marca e Comunicazione, Formazione) e 28 criteri distintivi misurabili attraverso i quali le marche sono state valutate dal Consiglio Culturale.

Il risultato prezioso di questo attento processo di studio ha permesso di definire con attenzione i confini della ristretta nicchia di eccellenza che prende il nome Alta Orologeria e di includere in questo insieme 64 tra le 86 marche valutate divise in 4 specifici sottoinsiemi.

sihh-2017-salone-internazionale-alta-orologeria-ginevra-foto-17

* Segmentazione degli operatori

Maison storiche: Maison di orologeria tradizionale, dal ricco patrimonio storico.

Marche contemporanee: Marche/Maison che appartengono ai nostri giorni e sono caratteristiche del nostro tempo.

Marche di lusso: Maison di lusso multi-prodotto che investono nell’arte dell’Alta Orologeria tecnica e/o preziosa con creatività, innovazione e spirito d’eccellenza.

Artigiani creatori: Orologiai creatori indipendenti, che creano dei prodotti grazie a un savoir-faire particolare e fuori dalle logiche industriali, assicurando, in generale, la produzione, la commercializzazione e il servizio post-vendita dei loro prodotti.

sihh-2017-salone-internazionale-alta-orologeria-ginevra-foto-18

Il perimetro dell’Alta Orologeria è stato così suddiviso in:

  • 26 marchi storici dei quali 11 presenti al SIHH 2017
  • 23 marchi contemporanei dei quali 14 al SIHH 2017
  • 4 marchi di lusso di cui 1 al SIHH 2017
  • 11 artigiani creatori di cui 1 al SIHH 2017

Non ci resta quindi che attendere insieme fino alla prossima settimana per vedere svelate le ultime novità dell’orologeria e cosa il SIHH 2017 ci riserverà per il futuro.

In questi giorni alcuni hanno già pubblicato le prime anticipazioni, ma come sempre nella nostra filosofia, noi amiamo vedere e toccare il prodotto e raccontarvelo con quel pizzico in più di emozione che può nascere solo dal vivo.

Quindi in attesa di essere a Ginevra… Stay tuned!