Quando la meccanica del tempo incontra gli antichi Mestieri d’Arte, allora si riconosce subito l’autentica poesia. Basta pronunciare il nome di Van Cleef & Arpels per comprendere che raccontandovi dell’orologio  Lady Arpels Papillon Automate, presentato da pochi giorni al SIHH di Ginevra, entreremo in punta di piedi in un mondo dove le favole danzano sul filo della storia e della tradizione. Oggi non parliamo solo di alta orologeria, oggi parliamo anche di emozioni.

La Maison Van Cleef & Arpels rinnova anche quest’anno il fascino delle atmosfere oniriche delle Poetic Complications con una delle sue novelle creazioni, l’orologio Lady Arpels Papillon Automate.

L’ispirazione arriva da una spilla realizzata a Parigi del 1923, a dimostrare quanto la storia sia importante e possa essere perpetuata nel tempo attraverso il perfetto equilibrio tra innovazione e maestria dell’artigianato. La protagonista dell’orologio Lady Arpels Papillon Automate, simbolo di femminilità e leggerezza, è la farfalla che ancora oggi evoca nel nostro immaginario la purezza dell’anima e dello spirito. Un delicato animale tanto esile quanto potente, perché capace in un attimo di condurci indietro nel tempo, all’antica Grecia, al mito di Amore e Psiche, al classicismo e all’arte, se pensiamo alle sculture di Antonio Canova, fino alle tele più contemporanee di Damien Hirst.

Lady Arpels Papillon Automate-credits-albertofeltrin_1

Copyright @TheDucker

Il volo, la libertà, la metamorfosi, l’elevazione ad un piano ancestrale, l’orologio Lady Arpels Papillon Automate riesce a trasmettere tutte queste sensazioni.

Grazie, infatti, ad un modulo automatico particolarmente sofisticato l’eterea farfalla all’interno del quadrante si anima al ritmo dei movimenti della persona che indossa il segnatempo.  Le piccole ali si muovono da una a quattro volte consecutive, in funzione della riserva di carica.

Lady Arpels Papillon Automate-credits-albertofeltrin_high

Copyright @TheDucker

Il Movimento dell’orologio Lady Arpels Papillon Automate, meccanico a carica automatica provvisto di un modulo automa aleatorio, è una vera prodezza della tecnica, se pensiamo infatti che è oggetto di quattro richieste di brevetto da parte di Van Cleef & Arpels ed è stato realizzato con 470 componenti.

Grazie a una dimostrazione di elevata eccellenza meccanica, che ricorda a noi più romantici, il deus ex machina del teatro greco antico,  la frequenza dei battiti è irregolare, verificandosi ad intervalli da due a quattro minuti quando l’orologio è a riposo ed aumentando di intensità quando è indossato.

I maestri orologiai di Van Cleef & Arpels sono così riusciti a creare una simbiosi tra orologio Lady Arpels Papillon Automate e la sua proprietaria.

Una relazione delicata e poetica perché il volo della farfalla rispecchia, ora vivace, ora più quieta, l’atteggiamento della donna che lo porta con sé. E non solo, nel caso in cui desideriamo osservare una volta in più il movimento delle ali, basta premere il pulsante a sinistra della cassa e saremo accontentate.

Lady Arpels Papillon Automate - Cassa in oro bianco, 40 mm, diamanti incastonati a neve, lunetta incastonata di diamanti, corona incastonata di un diamante. Quadrante: diamanti taglio rotondo e a goccia, zaffiri azzurri, malva e viola, madreperla, smalto champlevé, paillonné, plique-à-jour e plique-à-jour curvo, pittura in miniatura. Fondello: scena naturalistica in bassorilievo, vetro zaffiro e massa apparente decorata. Movimento meccanico a carica automatica provvisto di un modulo automa aleatorio e animazione su richiesta sviluppato in esclusiva per Van Cleef & Arpels. Questo movimento è oggetto di quattro richieste di brevetto da parte di Van Cleef & Arpels. Cinturino in alligatore blu, fibbia ad ardiglione in oro bianco incastonato di diamanti. Edizione numerata

L’orologio Lady Arpels Papillon Automate e la poesia dei Mestieri d’Arte.

Lo spettacolo del quadrante che si offre ai nostri occhi, è frutto del lavoro appassionato dei maestri degli Ateliers horlogers di Van Cleef & Arpels, a Meyrin, in Svizzera. La scena bucolica è ricca di movimento ed il decoro, realizzato su più livelli, è particolarmente articolato grazie al savoir faire dei Mestieri d’Arte. Quelli che fanno dell’orologio Lady Arpels Papillon Automate un’autentica opera d’arte sono tutti racchiusi nelle antiche tecniche a smalto, champlevé, plique-à-jour e paillonné. Alcune delle applicazioni più rare nella decorazione dei segnatempo e quindi una delle più amate da appassionati e cultori nel mondo dell’alta orologeria.

Lady Arpels Papillon Automate-applicazione-smalto_B
Applicazione dello smalto plique-à-jour sulla farfalla. La tecnica di decorazione a smalto plique-à-jour ricorda in miniatura gli effetti delle grandi vetrate artistiche. Lo smalto vitreo è applicato nelle piccole celle ed il fondo di supporto viene successivamente rimosso.  Si ottiene così che la luce filtri attraverso lo smalto e ne esalti trasparenza e tonalità.  © Van Cleef & Arpels – Johann Sauty
Lady Arpels Papillon Automate-applicazione-smalto_A

Applicazione dello smalto champlevé su un fiore inciso in oro bianco – © Van Cleef & Arpels - Johann Sauty

Lady Arpels Papillon Automate-applicazione-smalto_C
Applicazione dello smalto su una foglia d’erba curva – tecnica smalto plique-à-jour curvo. Appositamente sviluppata da Van Cleef & Arpels, questa nuova tecnica permette allo smalto di acquisire un effetto di volume, offrendo al quadrante una maggiore profondità. © Van Cleef & Arpels – Johann Sauty
Lady Arpels Papillon Automate-posa-papillon_H
Posa del paillon di argento sul supporto inciso in oro bianco. La luna all’interno del quadrante è stata realizzata con la tecnica a smalto paillonné, una speciale decorazione composta da piccoli motivi e frammenti tagliati da foglie d’oro o, come in questo caso, d’argento chiamati “paillons” uniti o ricoperti con smalti translucidi e trasparenti.  © Van Cleef & Arpels – Johann Sauty

Nella gallery alcuni passaggi nella realizzazione del quadrante. Incastonatura degli zaffiri viola sull’oro bianco - Pittura in miniatura sui grani dell’incastonatura - Assemblaggio del fiore in madreperla scolpita sul quadrante - Assemblaggio del diamante taglio a pera con il fiore in smalto champlevé © Van Cleef & Arpels - Johann Sauty