Non solo segnatempo, ma vere e proprie sculture di arte orologiera. Vacheron Constantin presenta le nuove creazioni della collezione Harmony, fedele specchio della maestria che dal 1755 è il simbolo della Maison.

vacheron constantin Harmony 4000S/000R-B123

Ad impreziosire la collezione arriva il nuovo calibro 2460 QC, meccanico a carica automatica, con calendario completo. Una complicazione attesa dagli appassionati in questo anno di anniversario della Maison che, da sempre fedele alla sua anima di eccellenza, ha scelto di certificare tutta la nuova produzione con il prestigioso Punzone di Ginevra. Decisione importante che alcuni potrebbero definire audace, ma che spero il mercato italiano possa apprezzare e comprendere. Una scelta che esprime non solo l’alto livello della Manifattura Vacheron Constantin, la più antica al mondo e con un’attività ininterrotta di 260 anni, ma soprattutto la ferrea volontà di affermare quanto i sani valori dell’origine siano fondamentali, nonostante il trascorrere del tempo e l’altalenarsi delle congiunture economiche.

vacheron constantin Harmony 4000S/000R-B123

Il Punzone di Ginevra è da sempre il segno distintivo di Vacheron Constantin che ha iniziato questo percorso di eccellenza nel lontano 1901, con un grande obbiettivo: la ricerca della qualità senza alcuna concessione.

Simbolo della perfezione orologiera, definita in forma di legge nel lontano 1886 per combattere il problema della contraffazione, la certificazione si è evoluta nel corso dei decenni, restando sempre al passo con le aspettative della clientela e delle innovazioni. Fino ad essere estesa nel 2011 all’insieme dell’orologio con l’applicazione di controlli sul 100% della produzione. Il risultato è un’estetica raffinata che custodisce un’alta tecnologia affidabile nel tempo e una rifinitura accurata, interamente realizzata a mano.

Tutte queste caratteristiche sono racchiuse nella collezione Vacheron Constantin Harmony e nel modello calendario completo, referenza 4000S/000R-B123.

vacheron-constantin-mod-4000s-dettaglio-meccanismi-foto3

Linee pure ed essenziali evocano la forma di uno dei primi cronografi firmati Vacheron Constantin del 1928.

Un’ispirazione dal sapore vintage, reinterpretata in chiave contemporanea, per la cassa coussin in oro rosa che esalta l’ottima leggibilità del quadrante. Questo accoglie nella metà superiore le indicazioni di giorno e mese, entrambi nella stessa tonalità, e dedica quella inferiore all’indicazione delle fasi lunari ed età della luna. Numeri arabi e minuteria sono dipinti in color antracite, mentre le indicazioni del calendario in color bordeaux. Il calibro 2460 QC, interamente sviluppato e prodotto nella Manifattura della Maison batte ad una frequenza di 4 Hz ed è realizzato con 308 componenti.

L’arte delle forme e la misura del tempo in perfetto stile Vacheron Constantin.