Royal Oak Frosted Gold continua a stupire. La nuova edizione limitata a 300 esemplari, frutto della partnership tra Audemars Piguet e Carolina Bucci trasforma il mitico quadrante tapisserie in una superficie a specchio.

Audemars Piguet - Royal Oak Frosted Gold Automatico – Ref.: 15454BA.GG.1259BA.02 - Orologio con movimento meccanico automatico - Cassa di diametro 37 mm in oro giallo martellato, vetro e fondello in vetro zaffiro antiriflesso, corona avvitata, resistente all’acqua fino a 50 m. Quadrante a specchio in tonalità argenté, indici in oro giallo applicati e lancette Royal Oak con rivestimento luminescente. Funzioni: Ore, Minuti, Secondi centrali, Data - Bracciale in oro giallo martellato con chiusura pieghevole AP. – Edizione limitata a 300 esemplari. Prezzo: 55.300€
Audemars Piguet – Royal Oak Frosted Gold Automatico – Ref.: 15454BA.GG.1259BA.02 – Orologio con movimento meccanico automatico – Cassa di diametro 37 mm in oro giallo martellato, vetro e fondello in vetro zaffiro antiriflesso, corona avvitata, resistente all’acqua fino a 50 m. Quadrante a specchio in tonalità argenté, indici in oro giallo applicati e lancette Royal Oak con rivestimento luminescente. Funzioni: Ore, Minuti, Secondi centrali, Data – Bracciale in oro giallo martellato con chiusura pieghevole AP. – Edizione limitata a 300 esemplari. Prezzo: 55.300€

Trasformare i codici emblematici di una icona è una sfida per pochi. Nell’orologeria, come negli altri settori del lusso. Non ci vuole solo coraggio, occorre soprattutto possedere una maestria tale da mantenere vivo nell’evoluzione il proprio spirito originario. Un bell’esempio ci viene offerto dalla collezione Royal Oak Frosted Gold, dedicata all’universo femminile, frutto della partnership avviata nel 2016 tra Audemars Piguet e la designer fiorentina Carolina Bucci. Un love affaire cresciuto sulla condivisione di valori importanti, come la ricerca dell’armonia tra tecnica ed estetica ed il desiderio di rivoluzionare, nella giusta dose, gli schemi della tradizione.

I primi nati della linea Frosted Gold, lanciati sul mercato per celebrare i 40 anni del Royal Oak dedicato alle donne, avevano già sorpreso i collezionisti del marchio per l’audace sperimentazione nella tecnica della martellatura dell’oro che si era “impadronita” dell’habillage del segnatempo icona del marchio. Oggi, a due anni di distanza, Audemars Piguet mette in campo una nuova sfida che desterà sicuramente lo stupore degli appassionati più conservatori: la nuova limited edition firmata da Carolina Bucci dice addio ad un codice emblematico dell’orologio ideato da Gerald Genta, il motivo tapisserie, per una evoluzione decisamente ribelle, ma assolutamente comprensibile ed apprezzata: un quadrante a specchio.

Carolina Bucci indossa il nuovo modello Royal Oak – Frosted Gold  di Audemars Piguet presentato a Milano il 12 novembre scorso

Se consideriamo infatti il segnatempo come un solerte compagno di vita, in grado con la sua affidabilità di essere sempre al nostro fianco, perché non dargli la possibilità di riflettere attraverso un quadrante a specchio la realtà circostante e quindi la nostra sfera individuale ed assumere maggiormente la caratteristica di oggetto esclusivo ed unico? Una intuizione che non può che piacere alle donne. Perché seppure accomunate da un mood indipendente, consapevole e più pratico rispetto al passato, siamo diverse l’una dall’altra e della nostra diversità, estetica e caratteriale, facciamo una bandiera di unicità all’interno di una società spesso troppo standardizzata.

Audemars Piguet – Royal Oak Frosted Gold Automatico

In più il nuovo Royal Oak Frosted Gold si avvicina moltissimo alla definizione di gioiello, da sempre un oggetto che riveste un posto d’onore per l’universo femminile.

Pur essendo una creatura che parla la lingua del Tempo e lo misura firmandolo con un calibro automatico, made in Le Brassus, il suo trasgressivo volto a specchio argentato gioca per la prima volta con le calde tonalità dell’oro giallo, lavorato con finitura a polvere di diamante. Un orologio gioiello che, nel suo essere rivoluzionario, dice anche “no” alle pietre preziose, “comparse” troppo convenzionali, si potrebbe pensare, in una pièce teatrale che considera il tempo l’attore protagonista.

“Sono incredibilmente grata e onorata di aver potuto mettere il mio timbro ed il mio spirito nella creazione di questo nuovo Royal Oak”. – Ha raccontato Carolina Bucci a Milano durante la presentazione della nuova collezione – “Un orologio che, secondo me, è la riflessione delle donne contemporanee: tutte diverse per la propria identità ed il proprio stile, ma tutte accomunate dall’apprezzamento per l’alta qualità, il design e la scelta di sempre nuovi obiettivi”.